News    |    anno 2018

Al via la XXXV Stagione del Circolo della Lirica di Padova

sabato 08
set 2018
La nuova stagione del Circolo della Lirica di Padova, che festeggia il XXXV anniversario, presenta ai soci e agli appassionati del bel canto e del teatro lirico, un cartellone che conta già 15 eventi, in calendario, da settembre a luglio 2019, e nuove produzioni in collaborazione con il Teatro Sociale di Rovigo e il Teatro Comunale  di Ferrara.
 
La presidente, Nicoletta Scalzotto, riconfermata alla guida dell'Associazione patavina per il prossimo triennio con il, nuovo CD, illustra la nuova stagione curata dal direttore artistico, il regista veneziano Marco Bellussi, che vede la partecipazione di nomi illustri, personalità di spicco nel panorama lirico: il tenore Fabio Armiliato, considerato uno dei più importanti tenori della sua generazione, a cui sarà assegnato il premio alla carriera; il baritono veneto Paolo Gavanelli; la Famiglia Garcià, per la musica ai tempi di Maria Malibran; il giovane e già celebre baritono ferrarese Giulio Alvise Caselli, con l'intervista concerto; il soprano Francesca Bruni e Rachele Raggiotti, mezzosoprano, nella pièce lirico teatrale... Insomma una lunga carrellata di grandi personaggi in Recital e spettacoli lirico teatrali con la regia di Bellussi.

L'apertura della stagione è fissata per domenica 16 settembre, ore 17.00, con il raffinato concerto, Soirèe Francese, interamente dedicato al grande repertorio liederistico e operistico francese. Grazie all'estro pianistico di Alberto Boischio e alla magnifica voce sopranile di Tatiana Aguillar le melodie di Gounod, Duparc, Bizet, Faurè, Massenet e Ravel risuoneranno nel salone di Palazzo Zacco Armeni, in Prato della Valle.

Una rilevante parte del concerto sarà inoltre dedicata a Claude-Achille Debussy, per celebrare i cento anni dalla morte del grande artista francese: pianista e compositore, considerato e celebrato in patria e nel mondo come uno dei più importanti musicisti francesi, nonché uno dei massimi protagonisti del simbolismo musicale. Fu una figura geniale di innovatore, profondamente anticonvenzionale, che rivoluzionò l’armonia, il ritmo, la sonorità e la forma della musica occidentale della seconda metà dell’Ottocento. 
 
Palazzo Zacco Armeni, Prato della Valle 82 - Padova
 www.circolodellalirica.it




 
 
LASCIA UN COMMENTO