News e annunci dal mondo dell'Opera | anno 2022
Sabato 28 maggio al teatro “Tullio Serafin” di Cavarzere si è svolta la finale del “Concorso lirico Tullio Serafin” edizione 2022, organizzato dalle associazioni “Concetto Armonico” e “Archivio storico Tullio Serafin” con il sostegno del Ministero della Cultura e del Comune di Cavarzere, in collaborazione con l’Università Popolare di Cavarzere e con il patrocinio della Regione del Veneto. Ad assegnare i premi una giuria d’eccezione presieduta dal Maestro Alessandro Galoppini, casting manager del Teatro alla Scala di Milano e così composta: Gianni Tangucci (coordinatore artistico dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino), Giovanna Canetti (docente di canto), Renata Lamanda (mezzosoprano), Piero Guarnera (baritono), Luigi Puxeddu (direttore artistico del Teatro Sociale di Rovigo), Edmondo Mosè Savio (direttore d’orchestra) e Andrea Castello (presidente dell’Archivio storico Tullio Serafin e direttore artistico del Festival “Vicenza in Lirica”). Erano 19 i cantanti ammessi alla fase finale del Concorso, provenienti da diverse nazionalità, selezionati fra circa 200 partecipanti che si sono presentati tra aprile e maggio alla fase eliminatoria svoltasi al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro dell’Opera di Roma, al Teatro Carlo Felice di Genova, allo Staatsoper Unter den Linden di Berlino, al Teatro Sociale di Rovigo e al Teatro Tullio Serafin di Cavarzere. I finalisti si sono contesi i ruoli dell’opera “Don Giovanni” di Mozart in cartellone al Teatro Olimpico di Vicenza durante il decimo festival “Vicenza in Lirica” l’8 e il 10 settembre.
I giovani artisti si sono esibiti in duetti, terzetti e quartetti, arie e recitativi tutti tratti dall’opera “Don Giovanni” accompagnati al pianoforte da un’instancabile ed attentissima Sabina Arru. Al termine del concerto la giuria ha proclamato i vincitori, assegnando: il ruolo del Commendatore al basso serbo Strahinja Djokic, il ruolo di Donna Anna al soprano ucraino Yulia Pogrebnyak, il ruolo di Don Ottavio al tenore Massimo Frigato, il ruolo di Donna Elvira al soprano Marily Santoro, il ruolo di Leporello al baritono Marco Saccardin, il ruolo di Masetto al baritono Gianluca Andreacchi ed il ruolo di Zerlina al soprano Sabrina Sanza. Non è stato assegnato il ruolo del protagonista Don Giovanni.
Il numeroso e caloroso pubblico al termine delle esibizioni ha decretato il vincitore del premio intitolato a “Francesco Pacchiega”, offerto da Valeria Rubini ed assegnato a Massimo Frigato. Anche Il Comune di Cavarzere ha voluto assegnare un premio, offerto dall’assessore alla cultura Ilaria Turatti, che è stato vinto dal giovane soprano Sofia Pezzi. L’Università Popolare di Cavarzere ha selezionato quali vincitori dell’omonimo premio, che consiste nell’esecuzione del concerto di inizio anno Accademico 2022/2023, Yulia Pogrebnyak e Francesco Auriemma. Il Premio della Critica intitolato a “Lukas Franceschini” è stato assegnato da Davide Cornacchione e Cristina Chiaffoni a Marily Santoro. Il Premio intitolato a “Marinella Meli” offerto dal mezzosoprano Renata Lamanda è stato vinto ex-aequo da Martina Tragni e Gerardo Dell’Affetto. Una serata che ha riportato ancora una volta in auge il nome di Cavarzere grazie a Tullio Serafin attraverso il Concorso atteso in tutto il mondo ed ideato da Andrea Castello. A salutare il pubblico è stato il Sindaco Pierfrancesco Munari e, successivamente, l’Assessore Ilaria Turatti che ha espresso tutta la sua attenzione verso “Concetto Armonico” e verso il Concorso.
Appuntamento al “Cavarzere Opera Festival – Tullio Serafin” di ottobre, il primo festival in onore del Maestro, sempre ideato da Andrea Castello con il sostegno del Ministero della Cultura, Comune di Cavarzere, Banca del Veneto Centrale e famiglia Turatti.  
 
Blackwater Valley Opera Festival
Ireland’s Summer Opera Festival
31 Maggio - 6 Giugno 2022
 
Il Blackwater Valley Opera Festival, l'Irlanda's Summer Opera Festival, torna nel 2022 con Orfeo ed Euridice di Gluck, diretto da Peter Whelan con la regia di David Bolger, dal 31 maggio al 6 giugno a Lismore, nella contea di Waterford. 
L'opera è l'evento principale di quattro spettacoli serali dall'1 al 5 giugno, al castello di Lismore, oltre a recital e concerti di musica classica, scuole ed eventi gratuiti ed esperienze culinarie in luoghi fantastici in tutta la Blackwater Valley .
 
Il 19 e il 22 maggio vanno in scena le ultime due rappresentazioni della nuova produzione di Un ballo in maschera, che nelle prime serate ha sempre riscosso più di 10 minuti di applausi e che vede ora alcuni avvicendamenti tra gli interpreti.
 
L'opera è firmata dalla regia di Renato Bonajuto, direzione d'orchestra di Fabrizio Maria Carminati.
 
Il Requiem e altre musiche sacre di Mozart in una elaborazione di Manfred Honeck, con letture dal Libro della Rivelazione di San Giovanni, dalle Rime di Michelangelo e dall’epistolario del compositore
 
Il 12 maggio del 1997, dopo 23 anni di chiusura e in coincidenza con il centenario dell’inaugurazione, il Teatro Massimo veniva riaperto al pubblico.
 
Con la prima frase di una famosa  canzone degli Anni ’40 - “Mamma” - composta da Cesare Andrea Bixio e Bixio Cherubini e cantata dal mitico tenore Beniamino Gigli, l’ associazione Ab Harmoniae Onlus e la sua presidente Denia Mazzola Gavazzeni, in collaborazione con la Congregazione di Misericordia Maggiore di Bergamo e le Serate Musicali di Milano, rende omaggio alle Mamme di tutti i tempi con un concerto lirico inscritto nella rassegna "Armonie della Voce” che si terrà il prossimo 8 maggio alle ore 16.30 presso la Sala Alfredo Piatti di Bergamo.
 
Al Premio Canoro possono partecipare cantanti lirici italiani e stranieri, d’ambo i sessi, appartenenti a tutti i registri vocali che, alla data di pubblicazione del Bando dell’anno rotariano cui si riferisce il premio, abbiano compiuto il 18° anno d’età e non abbiano ancora compiuto il 33° anno d’età.
 
Il 15 e 16 aprile il Teatro Massimo presenta Invito all'opera - Immersive Concert, un concerto che propone un programma di musiche celebri della tradizione operistica italiana.
 
Don Giovanni torna dal 27 Marzo al 12 Aprile al Teatro alla Scala per 7 recite dirette da uno dei Maestri più importanti di oggi, Pablo Heras-Casado, al suo debutto scaligero.