www.cantarelopera.com www.cantarelopera.com
Un mondo di servizi dedicati a te!

Comunicati Stampa    |    anno 2023

Verdi Off 2023

lunedì 11
set 2023
VERDI OFF Città in festa in occasione del Festival Verdi Parma, Busseto e dintorni 16 settembre - 16 ottobre 2023 ingresso libero VIII Edizione L’inaugurazione con la travolgente Verdi Street Parade cui segue la Verdi SPIP Parade per scoprire un nuovo operoso quartiere della città; teatro, musica, laboratori per piccoli e famiglie sotto la Yurta di Peppino; gli spettacoli sorprendenti A letto con Verdi, Oh…tello!, The Circle, i progetti dedicati a Falstaff, accanto ai classici di Verdi Off, concerti, mostre e visite guidate. Oltre 200 appuntamenti, diffusi e multidisciplinari, in 30 giorni, più di 3000 artisti e 90 tra associazioni, compagnie e istituzioni coinvolte, per scoprire la musica di Giuseppe Verdi in modo originale, inclusivo, giocoso e sorprendente. Oltre 200 appuntamenti in 30 giorni, 123 eventi, più di 3000 artisti e 90 associazioni, compagnie e istituzioni culturali coinvolte: ecco i numeri della VIII edizione di Verdi Off che, dal 16 settembre al 16 ottobre 2023, tornerà a invadere gioiosamente le strade, le piazze e i quartieri di Parma e provincia con spettacoli multidisciplinari, gratuiti e diffusi che coinvolgono visitatori, famiglie, bambini, appassionati e curiosi di ogni età, per scoprire e riscoprire la musica di Giuseppe Verdi da prospettive sempre nuove e sorprendenti. Realizzato dal Teatro Regio di Parma, in collaborazione con il Comune di Parma e l’Associazione “Parma, io ci sto!”, Verdi Off abbraccerà i quartieri di Parma, Busseto e la provincia a Fidenza, Montechiarugolo, Collecchio, Felino, Sala Baganza, Traversetolo, Fidenza, Polesine-Zibello, grazie anche alla convenzione che stringe, sempre di più, il Teatro Regio di Parma, la Provincia di Parma e i Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense. “Verdi Off si conferma una delle occasioni culturali più coinvolgenti della città con una valenza sociale rilevante – ha commentato Alessandro Chiesi, Presidente di “Parma, io ci sto!” – Oggi, sempre più spesso, occorre trovare un nuovo filo conduttore che riavvicini, unisca e fornisca occasioni di dialogo, per stare insieme. Questo anello, capace di tenere insieme persone diverse è la cultura e per questo va sostenuta, come “Parma, io ci sto!” fa convintamente fin dall’inizio. Di Verdi Off apprezziamo la capacità inclusiva che ha saputo coltivare e la sua multidisciplinarietà, portando la musica, la danza, l’arte fuori dalle sedi istituzionali fino ai luoghi più fragili e difficili della città. Davvero bravi tutti coloro che contribuiscono alla sua riuscita. Una sfida che vorremmo affrontare insieme è quella della misurazione dell’impatto generato da Verdi Off come avviato per alcuni progetti che l’Associazione ha sostenuto nel tempo”. Tante le novità e le sorprese di questa ottava edizione, che prenderà il via nel modo più travolgente con la Verdi Street Parade, la festa in musica che nella giornata inaugurale del Festival Verdi e di Verdi Off invaderà le strade della città dal Centro all’Oltretorrente. Trampolieri e artisti circensi, danzatori, cori, orchestre ed ensemble, street band, spettacoli teatrali, performance di live painting animeranno un percorso ricco di sorprese che si concluderà in Piazzale della Pace con lo spettacolo Sull’ali dorate, con il coordinamento registico di Daniele Menghini, che vedrà protagonisti l’Ensemble di percussioni del Conservatorio Arrigo Boito di Parma, i danzatori del Balletto di Parma, gli allievi dell’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma, la Compagnia dei Folli, Mario Mascitelli, Valentina Sparvieri. Un’altra parata si aggiunge al programma di Verdi Off, questa volta alla scoperta degli spazi urbani in cui ferve l’attività imprenditoriale di Parma: la Verdi SPIP Parade, con partenza da Via Nobel, ci accompagnerà nel quartiere SPIP, cuore industriale della città, con un intero pomeriggio di spettacoli, concerti, laboratori a ingresso libero per famiglie e bambini, con la partecipazione del Corpo Bandistico “Giuseppe Verdi” di Parma, l’Associazione Circolarmente, Teatro Medico Ipnotico, Teatro Necessario, Teatro Migrante, Teatro del Cerchio, Associazione Voceallopera, La Toscanini NEXT. Nel corso della giornata il pubblico avrà inoltre la possibilità di scoprire il “dietro le quinte” delle dinamiche produttive prendendo parte alle visite guidate di Imprese Aperte, che vedrà la partecipazione delle aziende Bonatti, Camst, Iren, Opem, Raytec Vision, Rizzoli Emanuelli. Forte Verdi. La Yurta di Peppino, la tenda colorata allestita in Piazzale Picelli, ospiterà gli appuntamenti dedicati al pubblico delle scuole e delle famiglie: un presidio di musica e di condivisione, un pacifico fortino dove i più piccoli, attraverso spettacoli e laboratori, potranno avvicinarsi al mondo del teatro, curiosare tra gli strumenti di un’orchestra, sperimentare con la musica, scoprire la figura di Verdi e la sua opera. Ma gli appuntamenti dedicati ai più giovani non si esauriscono alla Yurta: Verdi Off raggiunge le scuole della provincia portando in scena Oh…tello!, la nuova commissione in prima assoluta di Teatro del Cerchio; mentre una versione di Falstaff dedicata al pubblico delle scuole primarie di Teatro del Cerchio, sarà messa in scena nei teatri di Busseto, Fidenza, Zibello. L’esperienza onirica di A letto con Verdi, lo spettacolo della Compagnia Animanera con ideazione e regia di Aldo Cassano immergerà gli spettatori in un boudoir che oscilla tra sogno e realtà, autocoscienza e confusione, per accompagnarli in camera da letto, dove i personaggi e le fantasie del Maestro prendono vita come fantasmi, vittime dei loro stessi desideri. L’inedito live-set The Circle-Verdi Edition di Matteo Franceschini riscrive le celebri melodie verdiane tra scrittura orchestrale ed elettronica, trasformandole e decostruendole per riportare ogni singolo frammento melodico al suo status di scintilla creativa. E ancora, i nuovi spettacoli di Teatro Migrante, di Festina Lente Teatro e Associazione Vagamonde per raccontare e riflettere sulle esperienze di vecchi e nuovi cittadini; lo spettacolo di Artemis Danza dedicato alle eroine del melodramma, che unisce danza, canto e live electronics; la vita del Maestro che si accinge a diventare una serie-tv nello spettacolo V.V.V, di Marco Fragnelli. Queste e molte altre le novità che si affiancheranno a quelli che ormai sono diventati i classici di Verdi Off, dall’appuntamento quotidiano con il Cucù Verdiano, che diventa settimanale a Busseto e Fidenza, alle azioni coreografiche di Verdi a passo di danza, dallo spettacolo diffuso di Verdi sotto casa, alla Verdi Band, a Un palco all’opera insieme al Club dei 27. Non mancheranno i tantissimi concerti dei giovani artisti dell’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma, del Conservatorio Arrigo Boito, dell’Orchestra dell’Università di Parma, dell’Associazione Rapsody, e quelli delle corali cittadine che, tutte insieme, scandiranno la lunga Notte dei cori sotto i Portici del Grano. Busseto, con suoi luoghi così intimamente legati al Maestro, è anche quest’anno protagonista insieme a Parma del Festival Verdi e di Verdi Off, con oltre 30 appuntamenti tra opera, concerti, performance teatrali e di danza, incontri e visite guidate, occasioni per scoprire i luoghi e i personaggi che hanno segnato l’infanzia del compositore e l’hanno visto muovere i primi passi come uomo e come artista: la sua Casa natale alle Roncole, con le iniziative di Verdi 10/10 dedicate al duocentodecimo compleanno del Maestro; e ovviamente il Teatro Verdi, nella Piazza in cui si staglia Monumento a lui intitolato; e ancora Casa Barezzi, la Rocca Pallavicino, la Biblioteca, la Chiesa di San Bartolomeo e la Casa Museo Giovannino Guareschi, luoghi che conservano un valore culturale, storico e artistico da valorizzare e riscoprire. Verdi Off continua ad andare incontro al pubblico delle RSA, dei luoghi di cura e degli istituti penitenziari attraverso concerti, spettacoli e progetti creati ad hoc. Questa missione sociale si carica quest’anno di nuovo significato grazie al Manifesto Etico, il progetto del Teatro Regio di Parma realizzato insieme al Comune di Parma e all’associazione “Parma, io ci sto!” che prenderà il via proprio in occasione del Festival Verdi e di Verdi Off. Davide Livermore, Francesco Lanzillotta, Manuel Renga, Alessandro Palumbo, Elia Fabbian, Adriana Di Paola, Marco Spotti, Michele Pertusi, Giampaolo Bisanti, Enrico Melozzi, Eleonora Buratto, Francesco Ivan Ciampa sono gli artisti che hanno già aderito al Manifesto e che durante il Festival Verdi doneranno parte del loro tempo in occasioni di incontro e dialogo con realtà giovanili, culturali e di formazione, luoghi di cura, RSA, ospedali e istituti carcerari. PARTNER E SPONSOR Il Festival Verdi è realizzato grazie al contributo di Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Reggio Parma Festival, Comune di Parma. Main partner Chiesi. Major partner Fondazione Cariparma. Media partner Mediaset. Main sponsor Iren, Barilla. Sponsor Crédit Agricole, Unione Parmense degli Industriali, Dallara, Opem. Sostenitori La Giovane, Fidenza Village, Sicim, Colser, Mutti, CePIM, Parmacotto, Grasselli, Parmalat. Con il contributo di Comune di Fidenza, Ascom e Ascom Confcommercio Parma Fondazione, Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monte Parma, Comune di Busseto. Wine partner Oinoe. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. Legal counselling Villa&Partners. Partner scientifico Istituto Nazionale di Studi Verdiani. Digital counselling Unsocials. Radio Ufficiale Radio Monte Carlo. Tour Operator Partner Parma Incoming. Sostenitori tecnici De Simoni, Milosped, Cavalca, Teamwork, Graphital. Il Teatro Regio aderisce a Fedora, Opera Europa, Opera Vision, Emilia taste, nature & culture. Partner istituzionali Teatro Comunale di Bologna, La Toscanini. Partner artistici Società dei Concerti di Parma, Casa della musica, Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, Coro del Teatro Regio di Parma. L’immagine esclusiva del Festival è il ritratto di Giuseppe Verdi realizzato a matita da Renato Guttuso negli anni ’60, donato al Teatro Regio di Parma dall’Archivio storico Bocchi e concesso da Fabio Carapezza Guttuso ©Renato Guttuso by SIAE 2023. Parma, 8 settembre 2023 Paolo Maier Responsabile Comunicazione, Ufficio Stampa, Progetti speciali Teatro Regio di Parma strada Garibaldi 16/A, 43121 Parma – Italia Tel. +39 0521 203969 p.maier@teatroregioparma.it stampa@teatroregioparma.it www.teatroregioparma.it   LA VERDI STREET PARADE E IL WEEKEND INAUGURALE Per la giornata inaugurale di Verdi Off e del Festival Verdi, sabato 16 settembre, la grande festa in musica della Verdi Street Parade torna a invadere gioiosamente le vie e i quartieri di Parma. Partenza alle 18.00 da Piazza della Pace con la Banda “Giuseppe Verdi”, che scandirà un percorso ricco di sorprese e costellato di performance di ogni genere, in compagnia di trampolieri e artisti circensi, scuole di danza, cori, orchestre ed ensemble, street band, spettacoli teatrali, live painting e sport. Questo trascinante spettacolo itinerante raggiungerà Piazzale Picelli in Oltretorrente per poi ripartire e tornare in Piazza della Pace dove, alle ore 21.00, si concluderà con lo spettacolo Sull’ali dorate con il coordinamento registico di Daniele Menghini e i testi di Andrea Piazza. Protagonisti della serata saranno l’Ensemble di percussioni del Conservatorio Arrigo Boito di Parma diretto da Alessandro Mendozza, i danzatori del Balletto di Parma sulle coreografie di Nnamdi Christopher Nwagwu, Mario Mascitelli nei panni di Falstaff, gli allievi dell’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma, il teatro di strada e la sorprendente danza aerea della Compagnia dei Folli, con la mangiafuoco Valentina Sparvieri. La Verdi Street Parade è realizzata con il sostegno di Fedora. Il programma completo della Verdi Street Parade è disponibile su festivalverdi.it. Tanti gli appuntamenti di Verdi sotto Casa, lo spettacolo diffuso ormai diventato un classico del weekend inaugurale di Verdi Off. Domenica 17 settembre 2023, dal mattino fino a mezzanotte, un susseguirsi di spettacoli, laboratori, performance tra teatro, musica e giocoleria in tutti i quartieri della città di Parma, per avvicinare grandi e piccoli alla musica del Maestro. Protagonisti gli artisti circensi dell’Associazione Circolarmente, gli allievi dell’Accademia Verdiana, del Liceo Musicale “Attilio Bertolucci”, la Banda di Felino, l’Associazione Rapsody. La giornata si concluderà al Centro Giovani Baganzola in via Nabucco, con l’Escape Room Verdiana a cui seguirà un Dj-set. Programma completo disponibile su festivalverdi.it LA VERDI SPIP PARADE Verdi Off raggiunge il cuore industriale del Quartiere SPIP di Parma sabato 23 settembre 2023, dalle ore 16.00 alle 19.30, con la Verdi SPIP Parade: una parata di musica, teatro, giocoleria, concerti e spettacoli a ingresso libero per famiglie e bambini, per scoprire un nuovo grande spazio urbano nel quale ferve l’attività imprenditoriale di aziende e imprese di Parma, dove il pubblico potrà scoprire anche il “dietro le quinte” delle dinamiche produttive partecipando alle visite guidate di Imprese Aperte, che vedrà la partecipazione delle aziende Bonatti, Camst, Iren, Opem, Raytec Vision, Rizzoli Emanuelli. La Verdi SPIP Parade è realizzata da Teatro Regio di Parma, insieme a Comune di Parma, Comitato SPIP, Associazione “Parma, io ci sto!”, con la collaborazione di Camst group, FIAB Parma Bicinsieme. La parata partirà alle ore 16.00 da via Alfred Bernhard Nobel con il Corpo Bandistico “Giuseppe Verdi” di Parma, diretto da Alberto Orlandi e con la partecipazione dei trampolieri dell’Associazione Circolarmente, e raggiungerà il piazzale dell’Area Camst di via Mercalli, dove troveranno spazio i laboratori per bambini da 3 a 12 anni. Rigo-letto e narrato, lo spettacolo a cura di Teatro del Cerchio, aprirà il pomeriggio di spettacoli, che proseguirà con Safari. L’Avventura del piccolo Verdi e della sua amica Violetta, con i burattini di Teatro Medico Ipnotico, Biciallopera, lo spettacolo mobile a cura di Associazione culturale VoceAllOpera, ideazione e regia Gianmaria Aliverta; Il sogno di Verdi, spettacolo a cura di Teatro Migrante, ideazione e regia Pato Valderrama; e Clown in libertà, a cura di Teatro Necessario. La Verdi SPIP Parade si concluderà in musica alle ore 18.40 con il Concerto finale della Toscanini NEXT. Programma completo disponibile su festivalverdi.it A LETTO CON VERDI Uno spettacolo che scorre sulla sottile linea che separa vita e morte, eros e violenza, autocoscienza e confusione. A letto con Verdi è il format con ideazione e regia di Aldo Cassano della Compagnia Animanera, con il violino di Filippo Maturani e con la partecipazione delle allieve di Jazz Dance Studio e dell’Associazione Rapsody, in scena a Palazzo dell’Agricoltore, domenica 17 e lunedì 18 settembre 2023, dalle ore 21.00. Storie di amori, passioni, desideri ardenti, travolgenti, totali, nell’ambientazione di un boudoir onirico che ci porta in camera da letto, dove i personaggi e le fantasie del Maestro prendono vita. Dalle parole, intimamente ascoltate, prendono corpo fantasmi amati o temuti, travolti e travolgenti, vittime di un desiderio che non trova facilmente possibilità di essere vissuto e raccontato. La performance, della durata di 10 minuti, è riservata a uno spettatore alla volta. È riservata al pubblico maggiore di 18 anni e non è accessibile agli spettatori in carrozzina. THE CIRCLE – VERDI EDITION Un pas de deux tra passato e presente, tra scrittura orchestrale ed elettronica: in The Circle – Verdi Edition il compositore e polistrumentista Matteo Franceschini dà vita a Colonne28 a Parma, venerdì 6 ottobre 2023, ore 22.00, a una performance inedita che lavora su micro-frammenti tratti da alcune delle più celebri melodie del repertorio verdiano. La composizione riporta alla luce microscopiche sequenze grazie al “crate digging”, la pratica di scavare letteralmente tra pile di vinili per trovare il sample perfetto da campionare. Il live set si presenta come un “quaderno d’appunti” e raccoglie diverse immagini musicali, gesti sonori e figure espressive. Il materiale di partenza è costantemente trasformato al fine di decostruirlo e riportare ogni singolo frammento al suo status di scintilla creativa. Distribuito da Nòva a.p.s. con il progetto Nòva Generazione Creativa. OH…TELLO! Verdi Off raggiunge le scuole della provincia con la nuova commissione in prima assoluta Oh…tello!, spettacolo di Teatro del Cerchio a cura di Mario Mascitelli, portando ai più piccoli l’opera di Verdi ispirata al capolavoro shakespeariano. Un racconto che non parlerà tanto di gelosia (solo un po’), quanto piuttosto dell’uso e significato della parola “bugia” e di come può creare danni e disagi. In un periodo in cui il giudizio, sui social e nelle relazioni quotidiane, è un tema sempre più delicato e urgente, ecco che il teatro può aiutare ad affrontarlo e a prenderne consapevolezza. Lo spettacolo debutterà domenica 24 settembre ore 17.00 a Parma, incrocio Via Pasubio – Via Trento, e sarà poi proposto negli istituti scolastici di Felino (Scuola Primaria Rita Levi Montalcini, lunedì 2 ottobre, ore 9.00 e ore 11.00); Collecchio (Scuola Primaria “G. Verdi”, martedì 3 ottobre, ore 9.00 e ore 11.00) Sala Baganza (Scuola Ferdinando Maestri, mercoledì 4 ottobre, ore 9.00 e ore 11.00); Montechiarugolo (Primaria Giovannino Guareschi, giovedì 5 ottobre, ore 10.00); Traversetolo (Istituto Comprensivo, sabato 7 ottobre, ore 16.00). In collaborazione con la Rassegna “Quartieri in festa” del Comune di Parma. FORTE VERDI. LA YURTA DI PEPPINO Dal 17 settembre al 16 ottobre 2023, un presidio di musica e di pace in cui condividere la gioia di stare insieme nel nome del Maestro: una grande e colorata Yurta, la tipica tenda cilindro conica delle popolazioni kirghize e mongole, nel cuore dell’Oltretorrente a Parma, in Piazzale Picelli, è il luogo in cui ritrovarsi con tutta la famiglia per prendere parte ad un ricco calendario di laboratori, spettacoli per bambini e famiglie e incontri con gli artisti. Laboratori per le scuole Clara e lo zio Peppino, ogni lunedì dal 18 settembre al 9 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 11.00, è la rivisitazione dalla favola de Lo schiaccianoci con le musiche di Cajkovskij e di Verdi, con Francesca Gabrielli (flauto) e Alice Caradente (arpa), a cura dell’Associazione Rapsody. Il martedì, dal 19 settembre al 10 ottobre, ore 10.00, va in scena Verdi Giuseppe, la piccola storia di un grande bambino, la rilettura in rime della storia di Verdi Giuseppe bambino con Mago Gigo (Cosimo Gigante) e l’ensemble “Un trio per Verdi”. Ispirato al libro a cura di Gustavo Marchesi, un progetto didattico di Fondazione Cariparma, a cura dell’Associazione Rapsody. Un’orchestra sinfonica vista al microscopio: in Orchestrali, vil razza suonata! Dal 20 settembre all’11 ottobre 2023, per quattro mercoledì, dalle ore 10.00 alle ore 11.00, l’Università di Parma mette in laboratorio la sua orchestra, pronta per farsi scoprire, sezionare ed attentamente studiare divisa nelle sue quattro componenti fondamentali: archi, legni, ottoni e percussioni. Alla scoperta dei segreti e dei suoni dei diversi strumenti che, per l’occasione, faranno delle melodie di Giuseppe Verdi l’elemento chimico base di unione. Coordinamento del Maestro Stefano Zinetti. A cura dell’Orchestra Sinfonica dell’Università di Parma, in collaborazione con CAPAS. Gli strumenti musicali e l’opera: alla scoperta degli strumenti musicali nelle opere di Giuseppe Verdi. Ogni giovedì, dal 21 settembre al 12 ottobre, alle ore 10.00, in Verdi School gli allievi del Conservatorio Arrigo Boito di Parma incontreranno i bambini per comporre insieme un nuovo grande assolo. I laboratori per le scuole sono a ingresso gratuito su prenotazione all’indirizzo verdioff@teatroregioparma.it Spettacoli per bambini e famiglie Cipì, il gioco del teatro è lo spettacolo partecipativo della Compagnia Campsirago Residenza per bambini dai 3 ai 6 anni, in scena domenica 17 settembre 2023, ore 10.00 e ore 16.00. A partire dalla storia di Cipì, il piccolo passero avventuroso che vuole crescere e scoprire il mondo, i bambini partecipano a una messa in scena collettiva, attraverso “il gioco del teatro” come lo praticava Mario Lodi stesso insieme agli alunni della scuola elementare del Vho: la scelta della drammaturgia, delle azioni così come del colore o della musica da dare ad una scena viene condivisa, ponderata e messa in atto dal gruppo vivo dell’intera classe, in un processo entusiasmante. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Due appuntamenti per bambini da 0 a 6 anni a cura dell’Associazione Circolarmente. Piccolissimi Verdi - Costruttività luci, sabato 23 settembre 2023 ore 10.00 e ore 16.00, accoglierà i bambini in un vero e proprio cantiere con materiali insoliti con cui costruire infinite combinazioni e giocare con le luci e le ombre che i materiali proiettano a terra e sulle pareti. In Piccolissimi Verdi - Tracce di me sabato 14 ottobre 2023, ore 10.00 e ore 16.00, i bambini potranno sperimentare la relazione tra segno e movimento osservando un’acrobata danzare su un foglio bianco, con in mano due grandi gessi. Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it fino a esaurimento dei 15 posti disponibili. La fiaba de Il gatto con gli stivali prende vita a ritmo di musica elettronica domenica 24 settembre 2023 ore 10.00 e ore 16.00 con lo spettacolo della Compagnia Campsirago Residenza Spettacoli per bambini dai 6 agli 11 anni. Nell’ambientazione di periferia di un luogo abbandonato, “una terra di nessuno” che sorge ai confini di una discarica, una performer racconta la storia di riscatto e ascesa di un ragazzino tormentato dalla fame che trova l’amore e riesce a salvarsi. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Respiro è il laboratorio per bambini dai 3 ai 7 anni a cura della Compagnia Rodisio, sabato 30 settembre 2023 ore 10.00 e ore 16.00 che, come in un piccolo rito collettivo, accompagnerà i piccoli partecipanti e le loro famiglie a esplorare ogni piccolo gesto e ogni piccolo soffio, per ascoltarsi e ascoltare, in un viaggio di grande intensità emotiva. Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it fino a esaurimento dei 20 posti disponibili. Il piccolo Peppino ha un’amica immaginaria, Violetta, che, con la sua macchina fotografica a tracolla, parte per un avventuroso safari a caccia d’immagini. Tra i tanti animali che incontra c’è anche il vitello Remigio, che tingerà di melodramma questa storia semplice e divertente. Safari va in scena domenica 1 ottobre 2023 ore 10.00 e ore 16.00 per i bambini dai 5 ai 10 anni. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Dall’esperienza laboratoriale nata nell’edizione Verdi Off 2021 nasce un modo nuovo di raccontare Verdi. Con Verdi per gioco, attraverso le esperienze maturate durante l’anno insieme ai formatori di AsLiCo, i bambini coinvolti trasmetteranno la loro conoscenza e passione per Verdi ai loro compagni di classe che, in questo modo, entreranno in contatto con il Maestro e con le sue più celebri composizioni musicali. Appuntamento venerdì 6 e 13 ottobre 2023, ore 10:00. In collaborazione con USL Parma, AsLiCo e Orchestra Pistapoci. Evento riservato. In La vita sul Naviglio, venerdì 6 ottobre 2023 ore 19.30, per bambini ai 6 ai 12 anni, un teatrino realizzato con la tecnica digitale “laser cutter” darà vita a una incredibile avventura interattiva ambientata nel Parco del Naviglio dove tanti animali provenienti dalle più disparate realtà culturali dovranno imparare a convivere per far fronte alle avversità della vita. A cura di FabLab Parma e in collaborazione con Centro Giovani La Scuola del Fare. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Cesare, Romano e Tecla sono stati chiamati a sostituire tre comparse nella rappresentazione dell’opera lirica Rigoletto di Giuseppe Verdi. Ignari di tutto vengono dimenticati nel retropalco del grande teatro, mentre l’opera incombe sulla scena e loro la osservano dalle quinte. Rigoletti, lo spettacolo ideato, scritto e interpretato da Bernardino Bonzani, Carlo Ferrari e Franca Tragni, va in scena sabato 7, domenica 8 ottobre 2023 ore 16.00 per bambini dai 6 anni in su. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Tre attrici raccontano e, senza parole, danno vita a una nuova versione della celebre favola dei tre porcellini, giocando con la paglia, il legno e la terra e animando tre piccoli maialini, una scrofa e il lupo. 3 Pigs. Cosa è casa è lo spettacolo a cura della Compagnia Campsirago Residenza Spettacoli, per bambini dai 3 a 6 anni, ispirato al musical Disney del 1933, in scena domenica 15 ottobre 2023 ore 10.00 e ore 16.00. FALSTAFF È dedicato al pubblico delle scuole primarie Falstaff, tutto nel mondo è burla, lo spettacolo in scena al Teatro Pallavicino di Zibello (martedì 10 ottobre 2023, ore 10.00) al Teatro Magnani di Fidenza (mercoledì 11 ottobre 2023, ore 10.00), al Teatro Verdi di Busseto (venerdì 13 ottobre 2023, ore 10.00), a cura di Teatro del Cerchio, racconta con il linguaggio della clownerie il classico di William Shakespeare messo in musica da Giuseppe Verdi ai più piccoli: un gioco amoroso e divertente per rubare il cuore, rigorosamente di cioccolato, a due allegre comari. Ma tra il piano di Falstaff e i cuori di cioccolata si frappongono servitori licenziati, amanti golosi e mariti gelosi. Alla fine, la grande burla, una vendetta che ha un sapore scuro e amaro. Verdi Off coinvolge i detenuti degli Istituti Penitenziari di Parma, che saranno impegnati nel progetto dedicato a Falstaff a cura di Manuel Renga, Alessandro Palumbo, Elia Fabbian, Adriana di Paola e Brian Dore. Dopo aver preso parte al laboratorio corale a cura di Gabriella Corsaro dedicato al capolavoro buffo di Verdi, il Coro dei detenuti, venerdì 29 settembre, prenderà parte, insieme ai solisti dell’allestimento in scena a Busseto, a un recital che fonde la musica verdiana con alcuni estratti shakespeariani - da Le allegre comari di Windsor e Enrico IV - per compiere insieme al pubblico e al coro un viaggio tra le avventure di Sir John. La Scuola in Ospedale partecipa, anche quest’anno, a Verdi Off, con Insieme per Verdi, un progetto che coinvolge gli alunni di tutti i Reparti pediatrici, per avvicinare i degenti dell’Ospedale dei bambini Pietro Barilla all’opera. Il progetto è incentrato su Falstaff, attraverso una rielaborazione artistica “a più mani” della scena finale, con l’obiettivo di coniugare insieme i diversi linguaggi – musicale, teatrale, artistico – nella realizzazione di un fondale cui lavoreranno gli alunni della Scuola in Ospedale. Al termine di questa fase laboratoriale, il fondale verrà esposto nel cavedio del primo piano dell’Ospedale dei Bambini per accogliere, giovedì 12 ottobre 2023, ore 11.00, il Coro delle Voci bianche della Corale Verdi che eseguirà alcuni brani del Falstaff per i degenti e il personale. In collaborazione con il Coro di Voci Bianche della Corale Verdi, Maestro del Coro Nicolò Paganini, le Docenti e alunni della Scuola in Ospedale primaria e secondaria I.C. Ferrari e con l’Associazione Noi per loro. TEATRO E DANZA José Verdes netturbino, intervento teatrale urbano a cura di Torototela con Teatro Migrante, è la storia di un netturbino sudamericano che, come tanti altri, ha lasciato la sua terra per trovare un futuro migliore ed è giunto a Parma. Nonostante il suo continuo lamentarsi per il clima, le zanzare, l’umidità, c’è una cosa che a José Verdes piace molto fare, pulire fuori dal Teatro Regio, ascoltando le musiche che escono dal suo interno. Così, come in un inno alla immaginazione: la scopa, il bidone, la spazzatura diventano alberi, cavalli, montagne, ma anche abbracci, mani rincontri e addii… tutto ciò che può sognare José Verdes ascoltando la musica che proviene dal Teatro. Appuntamento a Parma, Unità di Strada, mercoledì 4 ottobre 2023, ore 9.30. Sabato 7 e domenica 8 ottobre, dalle ore 15.30 alle ore 19.00 a Parma, Galleria San Ludovico va in scena Ha ruote e piedi l’aria Commissione Verdi Off in prima assoluta, a cura di Festina Lente Teatro e Associazione Vagamonde, ideazione e regia di Andreina Garella, musiche di Ailem Carvajal, con il contributo di Fondazione Cariparma. Protagoniste un gruppo di donne di tutto il mondo, vecchie e nuove cittadine, che, attraverso le voci delle eroine verdiane, ci ricorderanno come la migrazione sia, da sempre, uno dei principali fattori di crescita culturale, di sviluppo personale e di affermazione, ma, nonostante ciò, il diritto alla libertà di movimento è per pochi è c’è ancora molta disparità tra l’essere nati nel Nord e nel Sud del mondo. Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it Tra le sale del Palazzo Marchi a Parma Opera Drama, martedì 10 ottobre 2023, ore 21.00, la Compagnia Artemis Danza, sulle coreografie di Monica Casadei, porta in scena le storie delle eroine del melodramma verdiano attraverso la danza, il canto e la musica dal vivo, un percorso sincretico fra classico e contemporaneo. Con il soprano Renata Campanella, il violino di Beatrice Marozza, live electronics di Fabio Fiandrini, in coproduzione con FIND Festival e in collaborazione con Intersezioni & Next Generation. Con il contributo di Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna – Assessorato alla Cultura e Paesaggio, Comune di Parma. Un giovane autore di serie tv si ritrova davanti al suo primo ingaggio importante: scrivere una mini-serie in 6 puntate sulla vita di Giuseppe Verdi. Proprio a lui, che nella sua vita ha ascoltato un minuto e mezzo di “Aida”, per sbaglio, e poi è subito tornato a Bruno Mars! Alla fine scoprirà, tra gli scaffali impolverati di una biblioteca, le lettere del Maestro, che lo aiuteranno a immergersi in un tempo passato e scoprire, con sua grande sorpresa, di avere molte affinità con l’enigmatico compositore. V.V.V. è lo spettacolo ideato dal regista Marco Fragnelli in scena a Parma, Palazzo dei Ministeri, venerdì 13 e sabato 14 ottobre 2023, ore 18.00 e ore 20.00, con i testi di Karin Rossi, le musiche di Andrea Coruzzi, con Gabriele Mattè, Roberta Bonora, Chiara Tomei, Francesca Macci, Claudio Pellerito, Karin Rossi, Marco Fragnelli e Andrea Coruzzi. Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it Nel ventre della balera ci porterà a scoprire la storia del liscio, un genere nato come un atto di ribellione, dal talento autodidatta di contadini poveri per nascita e talentuosi per vocazione: appuntamento a Parma, Balera del Centro Sociale “Il Tulipano”, via Bonomi, 42 sabato 14 ottobre 2023, ore 21.00, per avvicinarci attraverso gli occhi di un Verdi bambino, affascinato da violinisti e organetti ambulanti, questa forma di danza così popolare. Narrazione teatrale con musica e disegno dal vivo di e con Gianluca Foglia; con Emanuele Cappa (chitarra, fisarmonica, clarinetto e rumori); Musiche di Emanuele Cappa e Stefano Melone; ingegnere del suono Stefano Melone; disegno luci Francesco Pozzi; Scenografie Claudio Mendogni; direttore di produzione Nicola Casalini per Sonirik snc; in collaborazione con il Festival della Lentezza. I CLASSICI DI VERDI OFF Tornano gli appuntamenti ormai iconici e irrinunciabili di Verdi Off. Ogni giorno alla stessa ora e per tutto il Festival Verdi, si rinnovano gli applauditi appuntamenti con il Cucù Verdiano (Fornici del Teatro Regio di Parma da sabato 16 settembre a lunedì 16 ottobre 2023, ore 13.00): un momento speciale per emozionarsi e lasciare che le più celebri arie verdiane interpretate dai solisti del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma accompagnati al pianoforte irrompano nella frenesia della quotidianità. Nelle ore precedenti i debutti delle opere del Festival Verdi, le azioni coreografiche a cura delle scuole di danza della città accoglieranno il pubblico di fronte al Teatro Regio con Verdi a passo di danza: appuntamento lunedì 18 settembre, ore 18.30 con Spazio84; martedì 19 settembre, ore 18.30 con Flexpoint Performing Arts Academy; giovedì 21 settembre, ore 19.00 con Accademia Danza e dintorni; sabato 23 settembre, ore 19.00 con Samardanza; domenica 24 settembre, ore 19.00 con Professione Danza Parma; mercoledì 27 settembre, ore 19.00 con Jazz Dance Studio; martedì 10 ottobre, ore 19.00 con Arp Dance; lunedì 16 ottobre, ore 19.00 con A.S.D. Ginnastica Sorbolo. Torna Verdi Band, la gioiosa esperienza di un concerto bandistico all’aperto con il Corpo Bandistico “Giuseppe Verdi” di Parma diretto da Alberto Orlandi e il Complesso Bandistico di Abbiategrasso “La Filarmonica” diretto dal Maestro Michele Grassani. Appuntamento a Parma, Portici del grano, domenica 1 ottobre 2023, dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Giuseppe Verdi, le sue opere, le loro storie, i grandi interpreti, raccontati dalle opere in persona: appuntamento al Teatro Regio con il Club dei 27 per Un palco all’Opera, sabato 7 ottobre, dalle ore 16.00 alle ore 18.00.   CONCERTI E RECITAL Dalla lirica al jazz, dal recital voce e pianoforte agli ensemble più inaspettati: come ogni anno, Verdi Off è l’occasione per giocare con la musica, esplorare generi e sfidare confini tra epoche e stili. Musica e parole per raccontare Verdi uomo, artista, agricoltore, mecenate, politico: il Club dei 27 vi dà il benvenuto a Casa Verdi con un doppio appuntamento a Parma, Piazzale Inzani mercoledì 20 e venerdì 29 settembre, ore 18.00, in compagnia dei giovani solisti del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma coordinati da Donatella Saccardi. Ancora il Conservatorio protagonista con la sua orchestra d’archi diretta da Alessandro Mendozza del concerto Voci ed arpe che vedrà alternarsi musiche di Verdi a quelle di Wolfgang Amadeus Mozart, Ottorino Respighi, Edward Elgar e Claude Debussy. Solisti flauto Cecilia Molinero, arpa Martina Natuzzi, Agatha Bocedi e i soprani Margarita Altunina, Uladzislava Keizerava, Jeong Saenara. Appuntamento a Parma, Palazzo Soragna mercoledì 20 settembre, ore 18.30. In caso di maltempo il concerto si terrà martedì 26 settembre alle ore 18.00. Alla Chiesa di San Tiburzio, Parma, quattro appuntamenti con gli ensemble strumentali del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma: giovedì 21 settembre 2023, ore 18.00, il Trio d’ance composto dall’oboe di Beatrice Serra, il clarinetto di Calogero Fiannaca, il fagotto di Alessandra Brunori, con una fantasia verdiana composta da Andrea Coruzzi; Una chitarra all’opera, giovedì 28 settembre 2023, ore 18.00, l’Ensemble di fagotti giovedì 5 ottobre 2023, ore 18.00, per finire con le percussioni di Gabriele e Gianmarco Petrucci (vibrafono e marimba) con Marimbabeat, giovedì 12 ottobre 2023, ore 18.00 con un coinvolgente programma su musiche di Verdi, Koppel, Sorrentino, Rafalides, Wirtz, Leth, Ignatowicz, Tyson e Raylor. L’immenso repertorio sacro di Verdi nelle meravigliose Chiese del parmense: la rassegna Verdi Sacro inaugura venerdì 22 settembre 2023, ore 16.30 nella Chiesa di San Martino a Traversetolo con il concerto dell’Associazione Rapsody e prosegue con le corali cittadine a Montechiarugolo, Chiesa di San Quintino domenica 24 settembre 2023, ore 20.00, con la Corale Adorno diretta dal Maestro Luigi Pagliarini; sabato 7 ottobre 2023, ore 21.00 a Collecchio, Chiesa di San Prospero con la Corale Collecchiese Mario Dellapina diretta da Leonardo Morini e Colliculum Coro degli Alpini diretto dal Maestro Roberto Fasano; a Felino, Chiesa della Purificazione della Beata Vergine, sabato 14 ottobre 2023, ore 21.00 con il Coro Dolci Armonie diretto dalla Maestra Gabriella Corsaro. Appuntamento venerdì 22 settembre 2023, ore 18.00 Parma, sede ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) “Il Giardino di Luana” con Man in brass: Mario Careddu (tromba), Daniele Nardi (trombone), Leonardo Fadda (sax baritono) eseguiranno le più celebri musiche di Verdi (e non solo) riarrangiate e reinterpretate in un sorprendente viaggio musicale. A cura di Associazione Rapsody Le melodie di Verdi nello spazio intimo di un jazz club dialogano con Thelonius Monk e con i classici del rock: tre i concerti in Borgo Santa Brigida, a Parma, con piccole formazioni jazz. Gli allievi del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma Leonardo Visioli, Pablo Caroleo, Filippo Spalletta, Filippo Angiolini, Niccolò Omodeo, Alberto Leoni, Jan Toninelli, Leonardo Badiali saranno protagonisti venerdì 22 settembre 2023, ore 21.30 di The police are coming… e venerdì 29 settembre 2023, ore 23.00 di Around Monk, mentre domenica 15 ottobre 2023, ore 21.00 appuntamento con l’Associazione Rapsody per Cuarteto típico con Cesare Carretta al violino, Andrea Coruzzi al bandoneon, Antonio Mercurio al contrabbasso, Rosita Piritore al pianoforte. Una favola con protagonisti Giuseppe Verdi e il giovane Nicolas che, comodamente seduti su una nuvola, raccontano del proprio tempo, del progresso e di come sia cambiato il mondo in poco più di un secolo: musiche e letture per Un incontro speciale: Nicolas e Giuseppe Verdi in paradiso, a Parma, Chiesa Sacre Stimmate sabato 23 settembre 2023, ore 11.00, con l’organo di Milena Mansanti, in collaborazione con l’Associazione Nicolas Comati, con la consulenza del Club dei 27, a cura di Montanara Laboratorio Democratico. Verdi Popera a Parma, Piazzale Borri venerdì 29 settembre, dalle ore 19.30 alle ore 21.00, è il concerto dell’Associazione Quadrilegio che affianca Verdi e il pop. Altro atteso ritorno di Verdi Off, La notte dei Cori sabato 30 settembre 2023, a partire dalle ore 17.00, per ascoltare, sotto i Portici del grano, le grandi pagine corali verdiane e alla polifonia antica, classica e popolare, interpretate dai cori dell’Associazione AERCO – Associazione Emiliano-Romagnola Cori. Non mancheranno i recital per voce e pianoforte, occasione per ascoltare arie, duetti, e scene verdiane in tutta la loro autenticità in contesti cameristici. Il concerto organizzato dal Club dei 27 I Giovani per Verdi che ogni anno, dal 2013, offre ai giovani cantanti l’occasione di esibirsi di fronte a un pubblico appassionato, si terrà venerdì 6 ottobre 2022, ore 18.00 presso la Casa della Musica (prenotazione obbligatoria: didattica@lacasadellamusica.it). Gli allievi dell’Accademia Verdiana, accompagnati al pianoforte, saranno invece protagonisti del Concerto alla Fondazione Cassa di Risparmio Parma, martedì 10 ottobre 2023, ore 18.00. In apertura della XVII edizione de Il Rumore del Lutto Festival torna, sabato 7 ottobre 2023 ore 17.00, presso l’Abbazia di Valserena, il gala più dark della rassegna: Welcome Black Night. Gala in nero offrirà al pubblico un’esperienza musicale indimenticabile in un’atmosfera in stile vittoriano, con il concerto del Coro Città di Parma diretto da Simone Campanini. Unica regola: dress code total black. Prima del concerto, dalle ore 15.00, sarà possibile e partecipare alle visite guidate alla scoperta dell’antica Abbazia, a cura di Maria Pia Branchi, in collaborazione con AISAC - Associazione Italiana Siti e Abbazie Cistercensi. Per informazioni e prenotazioni irdlbiglietteria@gmail.com. Al Teatro Pallavicino a Parma un concerto dedicato al Verdi camerista: Verdi, romanze da camera Dalla calma del salotto al clamore del palcoscenico. Sabato 7 ottobre 2023, ore 21.00 sarà l’Orchestra Sinfonica dell’Università di Parma, insieme al direttore e arrangiatore Stefano Zinetti e al tenore Ugo Tarquini a restituire i due lati dell’anima di Verdi, quello luminoso e maestoso e quello più nascosto e intimo, quasi misterioso. In collaborazione con l’Università di Parma CAPAS. Esser amata amando: così canta Violetta Valéry ne La traviata, ed è a questo verso della sua celebre aria che si ispira il concerto di domenica 8 ottobre 2023, ore 18.00 alla Corale Verdi a Parma, con protagonista il soprano Annalisa Ferrarini accompagnata al pianoforte da Roberto Cancemi. Un viaggio musicale tra le protagoniste femminili verdiane, con le loro complesse sfaccettature e le loro drammatiche contraddizioni. A pizzico con tasti con il duo Duo Aliis Chordis, composto da Miki Nishiyama al mandolino ed Eleonora Carapella al fortepiano, al Museo Glauco Lombardi domenica 8 ottobre 2023, ore 16.00: un concerto dedicato a Beethoven, Vincent Neuling, Bartolomeo Bortolazzi e agli altri compositori che hanno scritto espressamente per questa formazione. Partecipazione gratuita previo acquisto del biglietto di ingresso al Museo (€ 7,00). Il Duo Gabrielli – Bocedi, con Francesca Gabrielli al flauto e Agatha Bocedi all’arpa interpretano arie e duetti in un concerto alla Biblioteca Fondazione Cassa di Risparmio a Busseto (Via Roma 38) lunedì 9 ottobre 2023, ore 21.00. Doppio appuntamento con gli ensemble del Conservatorio “Arrigo Boito” all’Oratorio di Sala Baganza: il Duo violino e pianoforte composto da Gioele Bellagamba e Giulia di Palmo, mercoledì 11 ottobre 2023, ore 21.00 alla Casa della Musica di Parma, e i cantanti Takeshi Sawachi, Wada Yuka, Li HaoJun, Martina Ferrari, accompagnati al pianoforte da Chun Ho Yan del Concerto Verdiano sabato 14 ottobre, ore 21.00 all’Oratorio di Sala Baganza. In programma musiche di Verdi, Brahms e Ravel. A cura del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma. La musica verdiana varca gli usci delle case per risuonare in concerti davvero da camera, interpretati da giovani cantanti nell’intimità degli spazi casalinghi e nella bellezza di luoghi da scoprire che diventano il palcoscenico di un concerto. A Parma, in Borgo Lalatta giovedì 12 ottobre 2023, ore 18.00, saranno i solisti dell’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma i protagonisti di Verdi in salotto. Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it Un concerto dedicato a Giuseppe Verdi e a tutti i compositori a cui la bassa parmense ha dato i natali: Lo brando cortese domenica 15 ottobre, ore 18.00, a Parma, Corale Verdi, è un viaggio attraverso epoche e stili diversi, dal barocco al romanticismo, tra compositori accomunati dal loro temperamento sanguigno, per ricreare uno spazio musicale aperto a continue metamorfosi e germinazioni di forme. L’ensemble composto dal tenore Facundo Nunes e da Sarah Valentina Pelosi al violino, Aldo Boccacci ai flauti, Andrea Cielo al violoncello, Aurora Manfredi al liuto, Francesco Monica al clavicembalo, da muove la ricerca della propria sonorità ispirandosi all’imitazione della natura e della voce umana, con sue dinamiche, pronunce ed articolazioni. VERDI OFF A BUSSETO Il ricco programma di Verdi Off a Busseto si apre nella giornata inaugurale del Festival, sabato 16 settembre 2023, dalle ore 16.30 alle ore 19.00, con una passeggiata sui passi del giovane Verdi. Appuntamento con A spasso con Verdi in Piazza Giuseppe Verdi, per scoprire il monumento di bronzo a lui dedicato, proseguendo a piedi per le vie del centro. I luoghi e le testimonianze artistiche che ancora vi si conservano, retaggio di un nobile passato, incisero profondamente sulla formazione del “Cigno di Busseto”: la Rocca Pallavicino, la Chiesa Collegiata, l’Oratorio della Trinità, Casa Barezzi, Palazzo Orlandi, il Monte di Pietà, il complesso dei Gesuiti. E poi in S. Maria degli Angeli con il Compianto sul Cristo morto e la Casa Natale del Maestro a Roncole Verdi, con un aperitivo verdiano offerto alla vicina trattoria “Alle Roncole”. A cura di Confesercenti e Federagit. Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it Appuntamento settimanale con il Cucù Verdiano: tutte le domeniche (17, 24 settembre e 1, 08, 15 ottobre) alle ore 13.00, i solisti dell’Accademia Verdiana del Teatro Regio di Parma, affacciati dal Balcone della Rocca Pallavicino, interpretano un’aria verdiana accompagnati al pianoforte. Un momento speciale per emozionarsi e lasciare che la musica irrompa nella frenesia della quotidianità. Coordinamento Donatella Saccardi La sera della prima di Falstaff. Tutto nel mondo è burla si apre con Verdi a passo di danza: venerdì 22 settembre 2023, ore 19.00, di fronte al Teatro Verdi, gli allievi della scuola Professione Danza di Parma si esibiranno in un’azione coreografica sulle musiche di Verdi. Antonio Barezzi è stata una figura fondamentale nella formazione del giovane Giuseppe Verdi sostenendone gli studi musicali. Per ricordare il suo mecenatismo a favore dei giovani si tiene nella sua casa il concerto del vincitore di una delle sezioni dell’International Piano Competition Città di Minerbio, concorso pianistico rivolto a giovani pianisti dai 13 ai 26 anni. Appuntamento con Barezzi Young domenica 24 settembre 2023, ore 18.00, Salone di Casa Barezzi. Evento realizzato in partnership con il comitato Verdi 10/10 – Verdi 27/01. Verdi Off è come ogni anno attento e vicino ai luoghi di cura e di fragilità, con appuntamenti musicali e performance dedicati. Martedì 26 settembre 2023, ore 16.00 il Concerto lirico cura dell’Orchestra Bertolucci, dedicato agli ospiti della RSA “Alfonso Pallavicino”. Dino Rizzo, vincitore del Premio Internazionale Rotary Club dell’Istituto di Studi Verdiani nel 1993, attraverso la schedatura dei temi musicali, lo studio delle grafie di Provesi e Verdi e l’analisi del loro avvicendamento nelle partiture del Fondo, ha individuato 124 composizioni che illustrano gli studi di Verdi con Provesi. Dall’esercizio alla creazione: il fondo musicale della Filarmonica bussetana Verdi a Busseto, Biblioteca Fondazione Cassa di Risparmio, Via Roma 38, venerdì 6 ottobre ore 21.00, è un percorso didattico che dall'esercizio conduce alla scrittura di quei brani originali di cui si avevano solo confuse notizie nelle biografie verdiane. La Biblioteca Fondazione Cassa di Risparmio di Busseto apre le porte al pubblico per Meravigliosa Biblioteca, domenica 8 ottobre 2023, ore 10.00 e ore 11.15: visite guidate gratuite al Palazzo del Monte di Pietà e alla Biblioteca con un’attenzione particolare ai rapporti di Giuseppe Verdi con l’istituzione bussetana. Nell’occasione saranno esposti autografi musicali e lettere di proprietà della Biblioteca di Busseto della Fondazione Cariparma. Il Duo Gabrielli – Bocedi, con Francesca Gabrielli al flauto e Agatha Bocedi all’arpa interpretano arie e duetti in un concerto alla Biblioteca Fondazione Cassa di Risparmio a Busseto (Via Roma 38), lunedì 9 ottobre 2023, ore 21.00. La giornata del 10 ottobre, 210° compleanno del Maestro, è scandita da un programma di appuntamenti a Roncole Verdi, per scoprire i luoghi e i personaggi legati alla vita e alla carriera del compositore. A cura di Verdi 10/10 – Verdi 27/01, rete di associazioni del territorio di Busseto (Doremiusic APS, Amici di Verdi, Associazione Nicolas Comati, Associazione Margherita Barezzi, Archivio Guareschi) e di singoli volontari impegnati a far conoscere, in particolare alle nuove generazioni, la figura di Giuseppe Verdi e a valorizzarne il lascito artistico e la statura morale. Durante la giornata ci saranno anolini da asporto, degustazioni e aperitivi verdiani. In partnership con Comune di Busseto, IAT di Busseto, Istituto Comprensivo di Busseto e Scuola Libera il Seme di Roncole Verdi. Si inizia alle ore 10.00 con Andiamo a casa di Peppino, il racconto della nascita del piccolo Peppino nel luogo in cui è avvenuta alla Casa Natale a Roncole Verdi. Alle ore 11.00, presso la Sala Civica Giuseppina Strepponi, la favola Un incontro speciale: Nicolas e Giuseppe Verdi in paradiso letta e interpretata dall’autrice Sonia Mezzadri (Associazione Nicolas Comati. La favola è ambientata in Paradiso, dove la musica di Verdi è eseguita dal “Coro delle Anime” diretto da Nicolas che, Roncolese come lui, ha respirato la stessa aria nella sua breve ma intensa gioventù. A seguire Un, due, tre… Verdi! Un gioco danzerino con una lettura animata a cura di Sabina Borelli. La Commedia di Falstaff e della sete, favola di Giancarlo Zanasi letta da Simona Colombi (Associazione Margherita Barezzi), racconta un incontro tra Peppino, figlio dell’oste delle Roncole, e Falstaff, Re delle osterie. Alle ore 12.15 Antonia Guareschi ci invita nella casa museo di Giovannino Guareschi per conoscere Uno speciale vicino di casa nella visita guidata dedicata al celebre scrittore, giornalista e intellettuale parmense. Lungo le strade di Roncole Verdi, dalle ore 14.30, si terrà la Caccia al tesoro verdiana “Dalle 2 alle 3: Dov’è il tesoro di Mastro Ford?”, con interventi musicali a cura degli allievi di Doremiusic APS e delle classi dell’Indirizzo Musicale dell’Istituto Comprensivo di Busseto. Alle ore 16.00 in Piazza Giovannino Guareschi, la Lezione Concerto dedicata a Falstaff a cura del mezzosoprano Sara Piceni con la partecipazione del baritono Riccardo Certi. A seguire il Piccolo Concerto dell’Ensemble di Doremiusic APS e delle classi dell’Indirizzo Musicale dell’Istituto Comprensivo di Busseto. Chiude la giornata il concerto in Piazza Giovannino Guareschi, ore 18.00 Verdi’s Melodies, che reinterpreta le musiche verdiane in chiave jazz, soul e pop, nella festa del suo compleanno. Con Alessandro Bertozzi (sax), Andrea Pollione (tastiere), Alex Carreri (contrabbasso), Marco Orsi (batteria), Miriam De Luca (cantante pop), Paolo Airoldi (cantante soul), Rino Matafù (tenore). In caso di maltempo il concerto si svolgerà alle ore 21:00 a Busseto alla Sala delle Carrozze di Villa Pallavicino. È dedicato al pubblico delle scuole primarie lo spettacolo in scena al Teatro Giuseppe Verdi, venerdì 13 ottobre 2023, ore 10.00 : Falstaff, tutto nel mondo è burla, a cura di Teatro del Cerchio, messinscena di Mario Mascitelli. La Corale Giuseppe Verdi di Parma, diretta dal Maestro Claudio Cirelli interpreta le più celebri pagine corali verdiane in Verdi Sacro Chiesa della Collegiata di San Bartolomeo Apostolo, venerdì 13 ottobre 2023, ore 21.00 Nell’anno del centenario dalla nascita di Maria Callas, domenica 15 ottobre 2023, ore 17.30 al Salone di Casa Barezzi la proiezione di My Callas il documentario di Roberto Dassoni (produzione Fondazione Polli Stoppani, Bergamo 2023) con le testimonianze e i ricordi di chi l’ha conosciuta: Luciano Alberti, Michael Aspinall, Carla Maria Casanova, Franca Cella Arruga, Giovanni Gavazzeni, Raina Kabaivanska, Giovanna Lomazzi, Dacia Maraini, Ferruccio Mezzadri, Silvano Sanesi, Francesca Siciliani. Musica originale di Gian Francesco Amoroso, che eseguirà al pianoforte alcuni brani della colonna sonora. Evento realizzato in partnership con il comitato Verdi 10/10 – Verdi 27/01. “Un genio artistico si riconosce dalla capacità della sua opera di attraversare indenne il passare del tempo, - dichiara Stefano Nevicati Sindaco di Busseto - continuando ad affascinare generazioni diverse e servendo da ispirazione per musicisti, compositori e appassionati di musica. Tuttavia, il genio di Verdi va oltre. I personaggi delle sue opere affrontano questioni universali, profondamente umane, e sono permeati da una vasta gamma di emozioni. La musica del Maestro ha la straordinaria capacità di catturare queste sfumature psicologiche comuni a tutti noi. In Verdi, chiunque può identificarsi, trovando un legame empatico. Il talento del Cigno di Busseto è insuperabile nel suscitare una profonda connessione emotiva con il pubblico. Il Festival Verdi è chiamato a celebrare questa grandezza straordinaria. Ogni anno, sui palchi di Parma e Busseto, si alternano alcuni dei 27 capolavori che il Maestro ci ha donato, presentati in nuove interpretazioni e rivisitazioni rispettose che cercano di coniugare tradizione e contemporaneità. Busseto commemora un importante anniversario quest'anno. Nel settembre del 1913, Toscanini diresse "Falstaff" in occasione del centenario della nascita di Verdi e fu inaugurata in Piazza la statua di Luigi Secchi dedicata al Maestro. Nel settembre 2023 Busseto ospita sul palco del suo piccolo gioiello "Falstaff" e inaugura il restauro conservativo della statua affidata alle sapienti mani di sei giovani talenti diplomati all'Opificio delle Pietre Dure di Firenze. In questo contesto celebrativo si inseriscono gli eventi del Verdi Off, concepiti e desiderati per vivere Verdi in modo inclusivo e multidisciplinare. Busseto ha mobilitato il suo tessuto associativo locale, che ha saputo accogliere il desiderio di partecipazione e ha collaborato alla realizzazione di numerosi eventi collaterali al festival. La programmazione è nuovamente ricca, diversificata e di alta qualità. Torna la volontà di collaborare e di eccellere insieme. Lunga vita al Festival e, soprattutto, lunga vita a Verdi”. MOSTRE, VISITE GUIDATE E LABORATORI Fabio Sartorelli, docente di storia della musica al Conservatorio di Milano e lettore al Teatro alla Scala, terrà una la lezione Verdi in cattedra presso l’Aula dei Filosofi dell’Università di Parma (Via Università 12) venerdì 15 settembre 2023, ore 10.00, dedicata alle opere della XXIII edizione del Festival Verdi. Venerdì 22 settembre e 6 ottobre 2023, dalle ore 16.30 alle ore 19.00 A spasso con Verdi condurrà gli spettatori in una passeggiata a Parma alla scoperta dei luoghi legati all’opera: un itinerario che parte dal tempio della musica voluto da Maria Luigia e prosegue per le vie e borghi del Centro, alla Casa della Musica e al suo Museo dell’Opera, alla Casa del Suono fino all’Oltretorrente, per scoprire la casa di Arturo Toscanini. L’itinerario si conclude alla vicina Corale Verdi, luogo storico della cultura musicale di Parma con un aperitivo offerto al Bistrot della Corale Verdi. A cura di Confesercenti e Federagit Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it In occasione del Festival Verdi, l’Associazione Culturale Ponti x l’Arte promuove e organizza la terza edizione di un’esposizione d’arte contemporanea con dipinti, sculture, fotografie e opere realizzate con tecnica mista ispirate al Maestro, alla sua vita e alle sue composizioni. Viva Verdi! sarà inaugurata sabato 16 settembre 2023 a Parma, Borgo del Correggio 9/b e raccoglie le opere di artisti da tutta Italia. La mostra sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00 e sabato e domenica su appuntamento al mattino. Nello spartito a stampa dei Lombardi alla prima Crociata conservato al Museo Glauco Lombardi ci sono cose che raccontano cose: la dedica a Maria Luigia, i caratteri tipografici, il prezzo, i nomi dei trascrittori, persino lo stemma dell'editore. E poi ci sono i retroscena: ma Verdi era o non era convinto di dedicare lo spartito alla duchessa? E la duchessa che ne pensava? Quattro chiacchiere per scoprirlo, ovviamente con lo spartito davanti. Appuntamento al Foyer del Teatro Regio di Parma giovedì 21 settembre 2023, ore 16.00 con Umilmente dedicato, incontro di presentazione del lavoro di restauro dello spartito canto-piano de I Lombardi alla prima crociata e al Museo Glauco Lombardi sabato 23 settembre 2023 con l’incontro-concerto Il Lombardo al Lombardi. Il concerto è compreso nell’acquisto del biglietto d’ingresso al Museo (€ 7,00) In occasione del Parma International Music Film Festival, appuntamento alla Casa della Musica sabato 23 settembre ore 17.30 con la Cerimonia di premiazione. A cura di OperArt La Chiesa di San Giovanni ospiterà, martedì 03 ottobre 2023, ore 19.30, L’abbraccio delle arti, l’evento a cura di SensAbility dedicato a ipovedenti e non vedenti, con i quali condividere i valori visivi e spaziali dell’Arte grazie alle percezioni uditive della parola, della musica e del canto. Il percorso musicale, in forma semi-scenica, si articolerà in tre piani narrativi per restituire i colori e il chiaroscuro della cupola del Correggio attraverso le parole e le note, tra la poesia di Attilio Bertolucci, la prosa teatrale e la musica e il canto, con il soprano Paola Sanguinetti, dal basso Michele Pertusi e dal basso Marco Spotti, accompagnati da un ensemble di giovani musicisti appartenenti all’Orchestra “La Toscanini NEXT”. Ingresso ad offerta, parte del ricavato andrà all’ Associazione dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Parma. Una lezione aperta per cimentarsi con lo stile della break dance: a Parma, Piazza Rastelli, domenica 1 ottobre 2023, ore 17.00 gli allievi di Spazio(84) per tutti offriranno la possibilità di scoprire questo stile legato alla cultura Street e hip hop divenuto negli ultimi anni anche disciplina olimpica. A seguire performance degli allievi di Spazio84 di hip hop e breakdance con coreografie di Marco Serra “Lazyness” danzatore professionista vincitore di diversi premi nell’ambito della break dance a livello internazionale. Il primo giovedì della rassegna autunnale di Palazzo Bossi Bocchi non è dedicato alla collezione artistica, ma all’architettura che la contiene: La casa del Museo: Palazzo Bossi Bocchi a Parma, Fondazione Cassa di Risparmio, giovedì 5 ottobre 2023, ore 16.30, è l’occasione per scoprire un edificio di antica fondazione che vede oggi mutato il suo utilizzo, ma non tradita la sua originaria realtà di storico palazzo residenziale. Ad accompagnare la visita, brani del repertorio europeo fin de siècle. A cura di Rossella Cattani, in collaborazione con il Conservatorio "Arrigo Boito" di Parma. Prenotazione obbligatoria: guide@fondazionecrp.it Sempre verdi ricordi sabato 7 ottobre 2023, ore 16.00 a Parma, Fondazione Cassa di Risparmio è l’occasione per scoprire le tappe salienti della vita di Giuseppe Verdi attraverso un divertente gioco di gruppo. Al termine del gioco, ogni partecipante realizzerà un album di immagini dedicate alla vita del Maestro di Busseto. A cura di Rosanna Spadafora. Prenotazione obbligatoria: guide@fondazionecrp.it La crudeltà della guerra: Rogo d’eroi di Daniele de Strobel è l’appuntamento alla Fondazione Cassa di Risparmio di Parma, giovedì 12 ottobre 2023, ore 16.30, per scoprire il dipinto di Daniele de Strobel del 1905, vincitore del Premio per la Pace a Milano, dedicato al tremendo conflitto tra Russia e Giappone di quell’anno. Per mostrare, come su un grande palcoscenico, l’orrore della guerra, senza scene patetiche. L’artista, pacifista convinto, voleva in tal modo “educare” il pubblico sui reali effetti dei conflitti tra i popoli. Con il concerto Suoni in conflitto: l’emancipazione della dissonanza, in collaborazione con il Conservatorio A. Boito di Parma. A cura di Rosanna Spadafora. Prenotazione obbligatoria: guide@fondazionecrp.it European urban creativity convention Segni Urbani ‘23 ospita a Parma il Meeting of Styles, da oltre 20 anni il più grande evento mondiale di arte urbana. Appuntamento con “Va’ pensiero…” Go thought, a Parma, Sottopasso ferroviario Ponte Europa, venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 ottobre 2023, ore 9.00, ideato e organizzato dall'Associazione McLuc Culture aps, che, prendendo spunto dal celebre verso Sulle ali dorate, intende promuovere un ritorno alla consapevolezza per la pace mondiale, la relazione pacifica e armoniosa tra i popoli, contro ogni forma di violenza fisica e morale e ogni forma di oppressione. Per il rispetto di Madre Terra e la creatività come mezzo per la crescita personale e collettiva. Partecipano all’evento alcuni dei più importanti artisti italiani e internazionali. Con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma, Rete Ferroviaria Italiana, Teatro Regio e Verdi off Festival, Csv Emilia, Inward osservatorio nazionale per la creatività urbana, Common Home, Clash fornitore ufficiale, Meeting of Styles international. Una Visita al Club dei 27 ci porterà nel luogo più intrigante e denso di storia verdiana, che sabato 14 ottobre 2023, ore 11.00, aprirà le sue porte ai visitatori che vorranno scoprire curiosità e aneddoti raccontati dai membri del più esclusivo club verdiano. La visita ha una durata di circa mezz’ora. Prenotazione obbligatoria su www.teatroregioparma.it MANIFESTO ETICO DEL TEATRO REGIO DI PARMA Prende il via il Manifesto Etico del Teatro Regio di Parma, il progetto di impegno sociale proposto agli artisti del Festival Verdi, di Verdi Off e della Stagione Lirica, per abbracciare i giovani, le comunità più sensibili, fragili e periferiche, per coinvolgerle e farle sentire al centro. Sottoscrivendo il Manifesto etico, gli artisti si impegnano a donare il proprio tempo in occasioni di incontro e dialogo facendo sentire la musica, il teatro, l’arte più vicini al cuore di ciascuno. Sono già molti, tra registi, cantanti, direttori d’orchestra, gli artisti che hanno dato adesione al Manifesto: Davide Livermore, oltre ad incontrare gli iscritti al FAB LAB del Quartiere San Leonardo, sorprenderà il pubblico della prova under30 de Il trovatore alla consolle del dj-set durante l’Aftershow al Ridotto del Teatro Regio; l’Orchestra dell’Università di Parma avrà occasione di provare con il direttore Francesco Lanzillotta, mentre gli allievi dell’Istituto Comprensivo di Fidenza proveranno il “Va pensiero” con Giampaolo Bisanti; Enrico Melozzi incontrerà i ragazzi del Centro Giovani di Baganzola al Wopa; Marco Spotti dialogherà con i residenti di Piazzale Inzani, Michele Pertusi con gli ospiti dell’RSA Via Gulli; Eleonora Buratto incontrerà un gruppo di donne migranti; Francesco Ivan Ciampa incontrerà gli ospiti dell’Ospedale dei Bambini “Pietro Barilla”; Manuel Renga, Alessandro Palumbo, Elia Fabbian e Adriana di Paola realizzeranno uno spettacolo su Falstaff insieme ai detenuti degli Istituti Penitenziari. Al Manifesto Etico sarà dedicata la Tavola Rotonda di Opera Europa Supporting communities through the arts: an Ethical Manifesto in opera as a tool for social engagement, introdotta da Luciano Messi (Sovrintendente del Teatro Regio di Parma), Michele Guerra (Presidente del Teatro Regio di Parma e Sindaco del Comune di Parma), Karen Stone (Direttrice di Opera Europa) che, sabato 30 settembre 2023, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, al Teatro Regio di Parma, vedrà professionisti del settore culturale coi
 
LASCIA UN COMMENTO