Insegnanti di Canto Audizioni Concorsi Corsi e Masterclasses

 < Torna al Forum
Forum: Studiare in Conservatorio
Esami da privatisti: si può ancora?


lina

 

discussione iniziata il:  24/01/2012 09:46

Salve e grazie per l'opportunità di avere chiarimenti in merito alle questioni del Conservatorio.
Ho 40 anni, ho sostenuto tutti gli esami di pianoforte fino all' VIII anno, poi ho avuto un bambino..e non ho potuto diplomarmi. Mi sono rimessa a studiare da due anni e mi sentirei "pronta" per sostenere l'esame...ma non è più possibile! Qualcuno mi ha detto però che dipende da Conservatorio a Conservatorio, che quindi ci potrebbe essere qualche chance di diplomarmi da privatista (ma come si fa a sapere quali sono i conservatori che accettano ancora gli esterni?).
Moltissime grazie per la risposta. Lina

 


danilo

 

risposta inviata il:  25/01/2012 08:49

Anch'io vorrei diplomarmi da privatista (però in canto)Ti dico la mia esperienza. L'anno scorso al Conservatorio più vicino mi avevano detto che non sarebbe stato possibile, però poi nel periodo delle domande di iscrizione e di esame mi hanno detto che potevo fare la domanda per gli esami. Poi però non mi sentivo preparato a dovere e ho deciso di rimandare di un anno. Adesso penso di fare così: aspettare che esca la circolare per le domande e chiamare uno ad uno tutti i conservatori di zona per sapere se c'è chi accetta i privatisti. Ti farò sapere
Ciao Danilo

 


Chiarastella Onorati

 

risposta inviata il:  25/01/2012 19:33

:: Scritto da danilo ::

Anch'io vorrei diplomarmi da privatista (però in canto)Ti dico la mia esperienza. L'anno scorso al Conservatorio più vicino mi avevano detto che non sarebbe stato possibile, però poi nel periodo delle domande di iscrizione e di esame mi hanno detto che potevo fare la domanda per gli esami. Poi però non mi sentivo preparato a dovere e ho deciso di rimandare di un anno. Adesso penso di fare così: aspettare che esca la circolare per le domande e chiamare uno ad uno tutti i conservatori di zona per sapere se c'è chi accetta i privatisti. Ti farò sapere
Ciao Danilo


Per la legge 505/99 non è più possibile accettare candidati privatisti, in quanto l'avvento del nuovo Ordinamento ha sancito la possibilità di terminare il percorso fino ad esaurimento,esclusivamente per gli studenti che non intendano effettuare il passaggio dal vecchio al nuovo Ordinamento. Alcuni Conservatori hanno deciso di ammettere ugualmente candidati privatisti, contravvenendo alla Legge ed andando incontro a possibili invalidamenti degli esami, mediante ricorsi. Ci sono stati anche dei tentativi di far passare "leggine" che diano la possibilità ancora per qualche anno di presentarsi a sostenere esami come candidati privatisti, che però sono state dichiarate inammissibili.
Questo è lo stato dei fatti. Se avrò notizie più fresche ne darò notizia su questo forum.

 


Cinzia

 

risposta inviata il:  29/04/2012 20:19

Buona sera vorrei riallacciarmi al discorso privatisti in Conservatorio.
Sinceramente non trovo giusto che abbiano tolto i privatisti, c'è gente che per motivi di lavoro ecc., non puo' frequentare ed è obbligata a dare gli esami da esterni, trovo che debbano avere gli stessi diritti di chi frequenta, in finale parliamo di diritto allo studio che è appunto, per tutti.
Un altro punto che non capisco sono  i livelli preaccademici, cioè' dopo il terzo livello viene rilasciata una licenza per poi passare al triennio di primo livello? Pero' se cosi' fosse, parliamo di 5 anni totali, se non di piu' ( ho letto che sono 3 anni il livello di base, 2 anni diciamo l'intermedio e 3 per quello avanzato), oddio cosi' sarebbero 8!!! e solo per avere una licenza, poi ci sarebbe il triennio e in fine il biennio... oppure si puo' accedere direttamente ad esempio al secondo o al terzo preaccademico risparmiando qualche annetto?? Ho una grande confusione non  si capisce piu' niente!!
A questo punto mi vengono spontanee altre domande: 
- niente piu' privatisti quindi, se voglio dare gli esami, ad esempio, teoria e solfeggio (ramo cantanti) devo per forza frequentare...e chi lavora???
- ho letto che volendo si puo' accedere anche al triennio sostenendo un esame per verificare le proprie capacita', pero' serve il diploma di una scuola superiore secondaria, ma se non si ha il diploma che succede?  è possibile ugualmente? come bisogna comportarsi?
- l'unico punto su cui sono favorevole è che hanno tolto i limiti di eta'...
Spero che qualcuno possa rispondermi in modo esauriente, purtroppo tante cose non sono chiare e si crea tanta confusione. Grazie e scusate se ho scritto un poema! 

 


Chiarastella Onorati

 

risposta inviata il:  29/04/2012 23:42

:: Scritto da Cinzia ::

Buona sera vorrei riallacciarmi al discorso privatisti in Conservatorio.
Sinceramente non trovo giusto che abbiano tolto i privatisti, c'è gente che per motivi di lavoro ecc., non puo' frequentare ed è obbligata a dare gli esami da esterni, trovo che debbano avere gli stessi diritti di chi frequenta, in finale parliamo di diritto allo studio che è appunto, per tutti.
Un altro punto che non capisco sono  i livelli preaccademici, cioè' dopo il terzo livello viene rilasciata una licenza per poi passare al triennio di primo livello? Pero' se cosi' fosse, parliamo di 5 anni totali, se non di piu' ( ho letto che sono 3 anni il livello di base, 2 anni diciamo l'intermedio e 3 per quello avanzato), oddio cosi' sarebbero 8!!! e solo per avere una licenza, poi ci sarebbe il triennio e in fine il biennio... oppure si puo' accedere direttamente ad esempio al secondo o al terzo preaccademico risparmiando qualche annetto?? Ho una grande confusione non  si capisce piu' niente!!
A questo punto mi vengono spontanee altre domande: 
- niente piu' privatisti quindi, se voglio dare gli esami, ad esempio, teoria e solfeggio (ramo cantanti) devo per forza frequentare...e chi lavora???
- ho letto che volendo si puo' accedere anche al triennio sostenendo un esame per verificare le proprie capacita', pero' serve il diploma di una scuola superiore secondaria, ma se non si ha il diploma che succede?  è possibile ugualmente? come bisogna comportarsi?
- l'unico punto su cui sono favorevole è che hanno tolto i limiti di eta'...
Spero che qualcuno possa rispondermi in modo esauriente, purtroppo tante cose non sono chiare e si crea tanta confusione. Grazie e scusate se ho scritto un poema! 
 

Cara Cinzia, in effetti in quello che scrivi c'è un bel po' di confusione! Cercherò di rispondere con ordine.
Innanzitutto, bisogna comprendere che gli studi in Conservatorio sono studi di Alta Formazione, al pari di quelli Universitari, ed è per questo che non si possono sostenere gli esami da privatisti. Se uno studente è lavoratore, e ne abbiamo tanti, può usufruire delle 150 ore previste proprio per questa tipologia di studenti.

I corsi preaccademici sono corsi non ordinamentali che alcuni Conservatori hanno istituito per far fronte alla carenza di licei musicali e scuole medie ad indirizzo musicale. Ogni Conservatorio li ha modulati in modo autonomo, ma quello che è certo è che non è necessario frequentare tutti gli anni (nel mio Conservatorio sono in tutto 6 con possibilità di ripetere un anno per livello), perché ogni livello  corrisponde a delle competenze, per cui dipenderà da ciò che si è studiato fino a quel momento, l'ingresso ad un livello oppure ad un altro.

Al termine dei preaccademici, non c'è nessuna licenza, ma l'esame di ammissione al Triennio, che si può sostenere anche senza frequentare i preaccademici. Faccio un esempio: se tu vuoi studiare Canto e l'esame di ammissione al Triennio prevede un certo programma che tu sei già in grado di eseguire, non devi fare altro che fare la domanda e presentarti all'esame di ammissione. I corsi preaccademici non servono ad altro che a portare chi vuole studiare, alle competenze per frequentare il Triennio.

Al Triennio ci si può iscrivere soltanto in presenza di un diploma di maturità quinquennale, esattamente come per l'Università. Infatti il Diploma Accademico di I Livello (Triennio) è equiparato ad alcune Lauree Triennali umanistiche, cui di certo non ci si iscrive senza aver dato la maturità. Nei Conservatori, però, è fatta una eccezione per coloro che dimostrano un talento particolare, per cui si possono iscrivere anche prima di aver conseguito la maturità, purché l'esame finale (laurea) venga dato DOPO il conseguimento della maturità. Questo perché, soprattutto per gli strumentisti, capita di avere talenti precoci che 15/16 anni hanno già le competenze per frequentare il Triennio ed in questo modo non perdono tempo prezioso.

Infine i limiti di età: non esistono più proprio come non esistono per frequentare le Università. E' ovvio che, come per l'Università, dipende da cosa si vuole fare con il Diploma Accademico. E' evidente che iscriversi a Canto a 40 anni può essere possibile (ammesso che ci sia posto, dato che ovviamente a parità di qualità, si dà precedenza ai più giovani), ma sarà ben difficile pensare di iniziare una carriera al termine degli studi, a meno che ad iscriversi non sia un cantante già in carriera che per suoi motivi voglia conseguire il titolo di studio.

Spero di avere messo un po' di ordine nella tua confusione, tutti i nuovi ordinamenti sono difficili da capire all'inizio. Se c'è qualcosa che non ti è chiaro o a cui non ho risposto, non esitare a scrivere di nuovo.
C.O. 

 


Cinzia

 

risposta inviata il:  30/04/2012 11:52

:: Scritto da Chiarastella Onorati ::

:: Scritto da Cinzia ::

Buona sera vorrei riallacciarmi al discorso privatisti in Conservatorio.
Sinceramente non trovo giusto che abbiano tolto i privatisti, c'è gente che per motivi di lavoro ecc., non puo' frequentare ed è obbligata a dare gli esami da esterni, trovo che debbano avere gli stessi diritti di chi frequenta, in finale parliamo di diritto allo studio che è appunto, per tutti.
Un altro punto che non capisco sono  i livelli preaccademici, cioè' dopo il terzo livello viene rilasciata una licenza per poi passare al triennio di primo livello? Pero' se cosi' fosse, parliamo di 5 anni totali, se non di piu' ( ho letto che sono 3 anni il livello di base, 2 anni diciamo l'intermedio e 3 per quello avanzato), oddio cosi' sarebbero 8!!! e solo per avere una licenza, poi ci sarebbe il triennio e in fine il biennio... oppure si puo' accedere direttamente ad esempio al secondo o al terzo preaccademico risparmiando qualche annetto?? Ho una grande confusione non  si capisce piu' niente!!
A questo punto mi vengono spontanee altre domande: 
- niente piu' privatisti quindi, se voglio dare gli esami, ad esempio, teoria e solfeggio (ramo cantanti) devo per forza frequentare...e chi lavora???
- ho letto che volendo si puo' accedere anche al triennio sostenendo un esame per verificare le proprie capacita', pero' serve il diploma di una scuola superiore secondaria, ma se non si ha il diploma che succede?  è possibile ugualmente? come bisogna comportarsi?
- l'unico punto su cui sono favorevole è che hanno tolto i limiti di eta'...
Spero che qualcuno possa rispondermi in modo esauriente, purtroppo tante cose non sono chiare e si crea tanta confusione. Grazie e scusate se ho scritto un poema! 
 

Cara Cinzia, in effetti in quello che scrivi c'è un bel po' di confusione! Cercherò di rispondere con ordine.
Innanzitutto, bisogna comprendere che gli studi in Conservatorio sono studi di Alta Formazione, al pari di quelli Universitari, ed è per questo che non si possono sostenere gli esami da privatisti. Se uno studente è lavoratore, e ne abbiamo tanti, può usufruire delle 150 ore previste proprio per questa tipologia di studenti.

I corsi preaccademici sono corsi non ordinamentali che alcuni Conservatori hanno istituito per far fronte alla carenza di licei musicali e scuole medie ad indirizzo musicale. Ogni Conservatorio li ha modulati in modo autonomo, ma quello che è certo è che non è necessario frequentare tutti gli anni (nel mio Conservatorio sono in tutto 6 con possibilità di ripetere un anno per livello), perché ogni livello  corrisponde a delle competenze, per cui dipenderà da ciò che si è studiato fino a quel momento, l'ingresso ad un livello oppure ad un altro.

Al termine dei preaccademici, non c'è nessuna licenza, ma l'esame di ammissione al Triennio, che si può sostenere anche senza frequentare i preaccademici. Faccio un esempio: se tu vuoi studiare Canto e l'esame di ammissione al Triennio prevede un certo programma che tu sei già in grado di eseguire, non devi fare altro che fare la domanda e presentarti all'esame di ammissione. I corsi preaccademici non servono ad altro che a portare chi vuole studiare, alle competenze per frequentare il Triennio.

Al Triennio ci si può iscrivere soltanto in presenza di un diploma di maturità quinquennale, esattamente come per l'Università. Infatti il Diploma Accademico di I Livello (Triennio) è equiparato ad alcune Lauree Triennali umanistiche, cui di certo non ci si iscrive senza aver dato la maturità. Nei Conservatori, però, è fatta una eccezione per coloro che dimostrano un talento particolare, per cui si possono iscrivere anche prima di aver conseguito la maturità, purché l'esame finale (laurea) venga dato DOPO il conseguimento della maturità. Questo perché, soprattutto per gli strumentisti, capita di avere talenti precoci che 15/16 anni hanno già le competenze per frequentare il Triennio ed in questo modo non perdono tempo prezioso.

Infine i limiti di età: non esistono più proprio come non esistono per frequentare le Università. E' ovvio che, come per l'Università, dipende da cosa si vuole fare con il Diploma Accademico. E' evidente che iscriversi a Canto a 40 anni può essere possibile (ammesso che ci sia posto, dato che ovviamente a parità di qualità, si dà precedenza ai più giovani), ma sarà ben difficile pensare di iniziare una carriera al termine degli studi, a meno che ad iscriversi non sia un cantante già in carriera che per suoi motivi voglia conseguire il titolo di studio.

Spero di avere messo un po' di ordine nella tua confusione, tutti i nuovi ordinamenti sono difficili da capire all'inizio. Se c'è qualcosa che non ti è chiaro o a cui non ho risposto, non esitare a scrivere di nuovo.
C.O. 

Grazie per avermi risposto, avrei voluto tanto tentare, pero' misa' che abbandonero' l'idea, il mio problema è che anche se volessi tentare a passare l'esame per il triennio non ho il diploma di scuola media inferiore e non ho tempo e soldi per segnarmi ad un qualsiasi liceo in modo di prendere il diploma prima di finire il triennio. Per quanto riguarda le spiccate capacita' pur volendo prenderebbero un elemento piu' giovane quindi ahime' dovro' arrendermi all'evidenza...io ho quasi 37 anni anche se ne dimostro 25, quando dico la mia eta' non ci crede nessuno hehe...pero' è la realta', la cosa che mi fa rabbia sotto un certo punto, è questa; sto studiando solfeggio e faccio enormi progressi, riesco a capire piu' adesso che anni addietro!! ho preparato anche le arie sia d'opera che antiche, tanta era la voglia di tentare, e lo è ancora...peccato perchè mi sarebbe piaciuta l'idea di fare questa meravigliosa esperienza. 
Grazie ancora, saluti, Cinzia.

 


FULVIO

 

risposta inviata il:  17/03/2013 15:37

la mia fidanzata ha studiato per 4 anni in un istituto musicale canto lirico ,canto corale (3corali diverse contemporaneamente), il 2 anno ha aggiunto pianoforte ed il quarto anno ha aggiunto un corso di musica leggera frequentando un altro istituto musicale, il tutto contemporaneamente. Le e' stato detto che è brava e considerando la sua facilita' di apprendimento e la sua vocalita 'doveva conseguire il diploma di canto e nel frattempo cantare. Lei ha dato la massima fiducia ai suoi maestri ma alla richiesta di dare l'esame di solfeggio le hanno risposto che ormai era tardi. Al momento la mia fidanzata studia canto lirico pianoforte e armonia privatamente con docenti di alto livello. A volte si scoraggia ma io le dico di continuare i suoi studi musicali. specifico che ha 39 anni e non e' in possesso di diploma di scuola superiore.


 


FULVIO

 

risposta inviata il:  17/03/2013 16:04

:: Scritto da FULVIO ::

la mia fidanzata ha studiato per 4 anni in un istituto musicale canto lirico ,canto corale (3corali diverse contemporaneamente), il 2 anno ha aggiunto pianoforte ed il quarto anno ha aggiunto un corso di musica leggera frequentando un altro istituto musicale, il tutto contemporaneamente. Le e' stato detto che è brava e considerando la sua facilita' di apprendimento e la sua vocalita 'doveva conseguire il diploma di canto e nel frattempo cantare. Lei ha dato la massima fiducia ai suoi maestri ma alla richiesta di dare l'esame di solfeggio le hanno risposto che ormai era tardi. Al momento la mia fidanzata studia canto lirico pianoforte e armonia privatamente con docenti di alto livello. A volte si scoraggia ma io le dico di continuare i suoi studi musicali. specifico che ha 39 anni e non e' in possesso di diploma di scuola superiore.


Cosa ne pensate e quale potrebbe essere la soluzione per permetterle di conseguire un meritato diploma?
Grazie a tutti.

 
 

© Copyright 2016 - Associazione culturale non-profit "Cantare l'Opera"® - C.F.: 97445470582 - P. IVA 11060961007 - All right reserved
E' vietata la riproduzione, anche parziale, di tutti contenuti del sito - Cantare l'Opera è un marchio registrato
Termini e condizioni d'uso Privacy policy Note legali Credits