Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Tecnica del canto

14/02/2013

Ciao Giulia

sono un tenore 26 anni, studio canto da pochi mesi al conservatorio.Ho una voce morbida, un bel timbro lirico.
il problema e' che non mi sento sicuro con con la mia insegnante, lei sostiene che la mia voce ha una grande risonanza, e il mio fiato è perfetto..
Mi dice soltanto "alza il  palato, sostieni il fiato, sgancia la mandibola, non cantare con la parte sotto e canta sul fiato"...
ma ho capito che la posizione della mia laringe non è ancora corretta.

Ho voluto sentire il parere di un insegnante uomo, il quale mi ha detto che nel primo anno di studio devo usare la mezza voce e il falsetto e poi, quando avrò trovato la posizione della laringe e riuscirò ad avere tutti i suoni in un'unica posizione, potrò aumentare il fiato e rinforzare il suono in quella stessa posizione (della mezza voce e del falsetto). Dice per cantare serve solo una piccola quantità di fiato.
Sono tornato dalla mia insegnante cercando di applicare questi suggerimenti e lei mi ha detto: perche' trattieni il fiato?
 
Sono confuso, mi daresti un consiglio?
Grazie Joseph


Ciao Joseph,
prima di tutto vorrei invitarti ad avere un po' di pazienza: tu dici di studiare da pochi mesi. Per avere un'idea del canto è necessario almeno qualche anno. Quindi incertezze e dubbi sono del tutto normali. Anzi ti dico che la calma e la concentrazione sono due doti importanti per poter imparare a cantare. La voce si forma nel corpo ma soprattutto nel pensiero.
Quindi, non avere fretta!!
 
Riguardo le osservazioni dei due insegnanti che hai consultato, in linea di massima dicono entrambi cose condivisibili: è vero che bisogna sostenere il fiato, che non bisogna spingere "in gola" (cantare con la parte sotto) ma è anche vero che non è necessaria una grande quantità d'aria per cantare. Più importante è la corretta gestione dell'aria, in un giusto equilibrio di appoggio e sostegno. Sulla mezza voce non concordo, a meno che tu non tenda a spingere troppo il suono.
A parole sembra facile...in realtà è un lavoro che richiede un certo tempo.
Credo che tu debba trovare un insegnante (uomo o donna) che ti dia sicurezza, affidarti nelle sue "mani" per almeno un anno, e poi ne riparliamo.
 
Fammi sapere!

A presto
Giulia



Ciao Giulia,
ho un'altro dubbio in merito alla tecnica del canto: secondo me cantare bene vuol dire saper usare poco fiato (quasi un filo) per emettere tutte le note, anche le più acute. Io riesco a cantare in questo modo quando canto con mezza voce, solo così riesco a controllare il fiato.
La mia domanda è se posso cominciare a cantare in questa posizione e poi, piano piano, passare a cantare a voce piena.

Ti ringrazio ancora
Joseph


Ciao Joseph,
l'apprendimento del canto deve tenere conto delle caratteristiche di ognuno di noi.
Mi sembra di capire che tu hai fatica a trovare la posizione "di testa" e quindi ti viene consigliato l'uso della mezza voce per evitare che tu "cada" nel meccanismo di voce piena. Se è così potrebbe essere un giusto espediente per farti scoprire e usare il meccanismo dove invece le corde vocali non vibrano per intero ma solo parzialmente.
Se la mezza voce serve a questo, ad imparare a non spingere il fiato, allora può essere utile.
Ma è una specie di "trucco"  che però , nel tuo caso, potrebbe funzionare.
 
Giulia

 
COMMENTI