Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Suoni rotondi e turbinati ingrossati

05/09/2011
Cara Giulia,
mi chiamo Eleonora e ho 22 anni. Ho iniziato a muovere i primi passi nel canto lirico intorno all'età di 16 anni, dopo una visita foniatrica nella quale sono stata "catalogata" come soprano lirico leggero.
Documentandomi un pò, e stando al parere di alcuni insegnati che ho consultato, mi sono rispecchiata molto in ciò che mi veniva detto a proposito del lirico leggero: ho un' estensione che arriva senza difficoltà al mi bemolle sovracuto; la mia voce ha un volume limiato, sopratutto nella zona centrale; le agilità mi riescono bene e senza alcuno sforzo.
però ho un problema! Sebbene, come già detto, non abbia una voce potentissima nella parte centrale, tuttavia lì i suoni mi riescono rotondi. Questo avviene fino al fa- fa diesis acuto. Faccio anche molti esercizi per dare maggiore rotondità al suono negli acuti, ma non c'è nulla da fare! Quando passo dal fa diesis al sol e via via sempre più su, i miei acuti ci sono ma piatti.
Diversi mesi fa l'otorino mi ha diagnosticato la presenza di turbinati ingrossati; in effetti presento qualche difficoltà nel respirare, e non parlo della tecnica di respirazione di canto bensì del semplice inspirare/ espirare quotidiano.
La mia insegnate mi dice che è per questo che i suoni non riescono rotondi negli acuti:i turbinati fungono da tappo e non permettono di realizzare i cosidetti suoni in maschera.
é possibile, quindi, che il fatto che i suoni ritondi non mi riescano sia dovuto esclusivamente a questo motivo? oppure ci sono anche altri fattori?
Inoltre, chi mi ascolta cantare dicee che la mia voce non appare come quella di una donna matura ma, piuttosto, come quella di una ragazzina ancora in fase di sviluppo. Com'è possibile? Non avre dovuto completare la muta già da un bel pò? C'entra il discorso legato ai turbinati? oppure ci sono cause ulteriori?
grazie mille


Ciao Eleonora,
mi scuso per l'enorme ritardo con il quale ti rispondo.
Come forse avrai letto, non mi esprimo su questioni mediche.
Quindi sulla questione della ripercussione dell'ingrossamento dei turbinati sulla voce ti consiglierei di chiedere il parere di un buon otorino e/o di foniatra.
Riguardo la voce "da ragazzina", invece, potrebbe dipendere dalla tecnica.
Anche a me è successo agli inizi: il mio sbaglio era che proiettavo il suono troppo in avanti (e in alto) senza equilibrare la componente "chiara" e "scura" della voce.
Vocalizzavo con I ed E accentuando la proiezione della voce in avanti. Quindi suoni stretti e un po' striduli...potrebbe essere anche il tuo caso?
Per darti un consiglio dovrei ascoltarti: non hai un brano audio o un video da mandarmi?
Mi farebbe piacere poterti aiutare.

 

Un caro saluto

Giulia

 
COMMENTI