Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Note acute

08/11/2013
Gentile Giulia, 
mi rivolgo a lei per risolvere il mio problema, o comunque ricevere una risposta che possa portarmi a risolverlo.
Studio canto moderno da 3 mesi, anche se la passione risale ai miei 8 anni. Mi ritrovo però con un problema: non riesco a "emettere" le note alte del mio registro (o range vocale).
Apro una parentesi dicendo che non so a quale registro vocale appartengo, la mia insegnate apprezza i miei bassi e per lei sarei un Basso, mentre ad un'altra insegnante è venuto il dubbio che potessi essere un Baritono o un Tenore, poichè già dal mio timbro parlato capiva che non ero un Basso.

Inizio ad avere una leggera difficoltà già al C4 (uso la denominazione internazionale) e non arrivo completamente al G4.
Nelle lezioni preparo un brano di Jason Mraz che è "I won't give up", ma nel ritornello mi trovo in seria difficoltà.
Seguo i consigli della mia insegnate, arrivo al E4 ma sempre in difficoltà.

Penso che il problema possa risiedere nel fatto che cerco di salire utilizzando la mia voce di petto, il che è dannoso a quanto ne so.
Da poco sto riuscendo a proiettare la mia voce in maschera (naso, guance, contorno occhi), devo continuare ad esercitarmi perchè a volte trovo difficoltà anche in questo.
Il problema comunque sta nel fatto che non riesco a proiettare il suono "in testa"; la "vibrazione" infatti la avverto solo col falsetto, in altri modi non avverto niente.
Quale può essere il problema???

Attendo con ansia una sua risposta.
Grazie.

P.S. vorrei aggiungere che sono un tipo abbastanza "emotivo"

Pietro


Carissimo Pietro,
la risposta in parte te la sei già data da solo...quando dici che non sai ancora a quale registro vocale appartieni.
Non tutte le voci, ovviamente, hanno la stessa estensione e non riuscire a cantare un G4 dopo pochi mesi di studio è del tutto normale.
Per una voce grave, di baritono o di basso, questa nota può rappresentare già il limite acuto dell'estensione vocale.
 
Altro è il discorso voce di petto/voce di testa.
Cantare a voce piena (di petto) le note acute è possibile ma molto impegnativo per la voce. E' quello che oltreoceano viene definito "belting", ed è una sorta di voce urlata.
Per salire agli acuti di petto è necessaria tanta "forza", ed è bene non abusare di questa pratica, o almeno sapere come non gravare eccessivamente sulla laringe.
Ci sono dei metodi compensatori che aiutano, ma rimane comunque una modalità ad alto rischio.
 
Per esplorare tutta la tua estensione e conquistare gli acuti devi continuare sulla strada che hai intrapreso, cioè effettuare il passaggio di registro e cantare "di testa" ossia non a voce piena.
Quello che comunemente viene definito cantare "di testa" è in realtà un atteggiamento diverso delle corde vocali che si assottigliano e si accorciano, quindi non vibrano per intero nella loro massa, creando così la condizione giusta (e naturale) di salire all'acuto.
Il falsetto, in questa fase, ti può aiutare a capire come alleggerire il suono. Riuscirai gradualmente a emettere suoni puliti anche "di testa".
L'importante è che tu sia ben seguito. 
 
Abbi un po' di pazienza: tre mesi sono davvero pochi per poter definire il tuo un "problema". 
Sono le difficoltà normali di tutti gli studenti alle prime armi!
 
Un abbraccio
Giulia
 
COMMENTI