Diventa Socio di Cantare l'Opera® Diventa Socio di Cantare l'Opera®
Campagna associativa 2017
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

La gola si stringe!!

23/08/2016

LA GOLA SI STRINGE!!
Salve, le ho scritto l' altro giorno per il problema della a vocale i stretta...
le mando questo video cosi puo capire i miei problemi
Le ho parlato di una i stretta, ma tendenzialmente stringo sempre la gola, soprattutto nei passaggi difficili .
Ho la laringe sempre troppo alta e salendo sopra il passaggio i suoni mi si aprono limitandomi nella salita.
Spesso è come se la lingua fosse rigida e bloccata in alto.
La tecnica che mi viene insegnata attualmente si racchiude in questo: respirazione intercostale con apnea e piccolo tac di partenza, vocalità sempre rotonda e salendo raccogliere di più, voce nei risuonatori sempre in posizione...il mio Maestro insiste molto sul colore omogeneo, e sul non spostare le posizioni.
Ultimamente mi ha detto di lavorare con la vocale u, comunque sempre alta e in maschera, dato che la mia croce è la laringe che sale e i suoni che si aprono salendo, e devo dire che ne trovo giovamento, soprattutto provando i pezzi e i passaggi su questa vocale. La prego di dirmi con sincerità la sua opinione
Spero si senta bene il video, aspetto risposta :). Grazie! Giuseppe
GIULIA RISPONDE
Ciao Giuseppe,
prima di tutto complimenti perchè hai una voce molto gradevole e canti già bene!
Quello che ho potuto capire dal video che mi hai mandato è che il tuo problema non riguarda questa o quella vocale (la "i" mi sembra giustissima) ma tutta l'emissione quando vai verso la tessitura acuta.Qui attui dei meccanismi pre-stabiliti (apertura del suono, accentuazione dell'impulso respiratorio) che, anzichè favorire la naturale ascesa all'acuto la complicano.
Cerco di spiegarmi meglio: quando ti affidi ad un'emissione più "naturale" tutto va bene, poi, salendo, cominci a pensare troppo (apro, chiudo, spingo, pronuncio) con la conseguenza di "bloccare" per così dire il suono.
Questo troppo precedere con il pensiero il suono e a tutti i costi voler applicare espedienti tecnici pre-stabilitiha come risultato lo scollegamento tra suono e fiato e di conseguenza l'impossibilità di governare la voce che si "arrangia" lavorando con muscoli sbagliati.

In realtà la voce nell'acuto è troppo aperta, tutte le vocali sono esageratamente allargate, mentre basterebbe pensarle così come sono...
I problemi vocali non si risolvono aggirando l'ostacolo con questo o quell'escamotage o camuffamento, ma cercando una soluzione vera, funzionale, che metta d'accordo respiro, suono e cavità di risonanza.
Mi rendo conto che detta così forse la cosa sembra facile ma ti assicuro che a volte "fare di meno" e mettere in condizione la voce di trovare la sua strada è la soluzione migliore. Per fare questo però bisogna essere disposti a rinunciare a delle abitudini che ci danno sicurezza. Forse è questa la cosa più difficile!
Un caro saluto!
Giulia

 
COMMENTI