Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Il libro di canto

16/08/2011
Cara Giulia,
il mio nome è Filomena, ho 18 anni e vivo in un luogo in cui (ormai si sa) è difficilissimo trovare insegnanti veramente preparati.
Non vorrei annoiarti più di tanto, quindi sarò breve: ho iniziato a studiare canto lirico nel 2009, e da allora sono "passata nelle mani" di tre diversi insegnanti. Insomma, ho una confusione in testa che non ne posso più, sono nuovamente afona per non parlare dell'impostazione che non c'è, o del suono che non è più brillante. Adesso sono al conservatorio da un anno ma devo ammettere che è stato un grande errore, poichè l'insegnante che ho è un disastro.
Io non riesco a capire come persone del genere, che rovinano ragazzi e ragazze, riescano a dormire la notte con la consapevolezza di occupare un posto di lavoro che in fondo non meritano. Comunque, laciando perdere ciò, volevo chiederti se gentilmente potresti consigliarmi un buon libro dove apprendere le basi per una buona tecnica del canto lirico... non so, forse tu stessa hai scritto un libro e potresti darmene il titolo: già dal modo in cui scrivi le tue risposte si capisce benissimo che devi essere molto brava nel tuo lavoro.
In attesa di una tua risposta ti porgo i miei pù cari saluti.

Filomena


Carissima Filomena,
se esistesse un libro che insegni a cantare, sarebbe bellissimo!
Purtroppo, non c'è.
E' come se volessi imparare a dipingere guardando le figure...
Leggere aiuta a raggiungere una consapevolezza maggiore, così come un ruolo importante ha l'ascolto.
Ma il canto si impara con una guida.
A meno che non si abbia un talento naturale talmente grande che facilita nella produzione di suoni corretti.
Anche le più grandi voci hanno studiato tanto (hai letto l'intervista alla Cossotto su www.cantarelopera.com?)
Per cui se hai davvero voglia di imparare molla la tua insegnante (non è per niente consolatorio ma purtroppo esistono moltissimi casi come il tuo... è un argomento che merita un approfondimento a parte, e comunque una vergogna!) datti da fare, cerca una persona in grado di darti una buona impostazione.
Comincia a guardarti intorno, partecipa a qualche corso come uditrice, informati.
Oggi per fortuna sapere e conoscere è più facile, ci sono i forum, facebook, puoi trovare confronto e indicazioni.
Se davvero lo vuoi, troverai la la tua strada.
Prima di tutto devi credere in te stessa e poi il resto viene da sè.

Un abbraccio!
Giulia
 
COMMENTI