Diventa Socio di Cantare l'Opera® Diventa Socio di Cantare l'Opera®
Campagna associativa 2019
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Dove pensare gli acuti?

29/01/2015
Salve Giulia,
la tecnica corretta di canto nella lirica è una, ma nel metterla in atto le immagini che i cantanti hanno possono essere diverse. Io sono un tenore e volevo chiederle: nell'emettere il suono sia vocalizzo o aria, la voce va immaginata che fuoriesca in maniera orizzontale o verticale (specialmente quando si effettua il passaggio e si sale agli acuti)?

Glielo chiedo perchè salendo con le note, la percezione del suono/risonanza sale nella testa e questo può trarre in inganno il cantante - cioè me - che istintivamente direziona volontariamente la voce in alto e subire una strozzatura.
Grazie in anticipo
Camillo 



Ciao Camillo,
concordo con te quando dici che le immagini del suono che si formano nei cantanti possono essere diverse e personali.
Riguardo gli acuti pensare il suono che "sale" può essere fuorviante in quanto questa immagine è quasi sempre indotta, oltre che dalla sensazione della risonanza "in testa", da un innalzamento eccessivo della laringe che provoca poi la conseguente "strozzatura". A mio avviso è più indicato per gli acuti pensare ad un aumento ed a un arretramento dello spazio della cavità di risonanza, sull'asse orizzontale del palato verso l'apertura della "gola".
Un saluto!
Giulia
 
COMMENTI