Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Delucidazioni

13/01/2014
Carissima Giulia,
mi chiamo Irene e mi accingo a scriverti perchè vorrei alcune delucidazioni vocali. Sono un soprano lirico spinto, da circa dieci anni nel mondo del canto lirico e da almeno 5 in carriera.
Il mio punto interrogativo è riferito alla mia estensione vocale... io posseggo con molta tranquillità i sovracuti, che arrivano facilmente sino al mi naturale. Il colore della mia voce è però abbastanza scuro e sul registro grave scendo sino al re naturale. Non ho mai avuto problemi vocali ed il mio repertorio è romantico/verista.
La mia domanda è la seguente: può un soprano lirico spinto possedere tali sovracuti, per altro naturali e scaturiti normalmente da sempre, senza avere mai svolto una vera e propria impostazione per essi??!!!! 
Potrebbe essere che, magari, io  non sia propriamente un lirico spinto?!

Ti ringrazio per la risposta che vorrai cortesemente darmi.
A presto! 


Carissima Irene,
come ho detto altre volte, la classificazione della voce non è solo una questione di estensione. Ogni voce ha un suo "centro di gravità" intorno al quale ruota felicemente.
Esistono mezzi con gli acuti, e soprani con l'estensione del mezzosoprano.
Scoprire quel centro, il terreno fertile che darà i migliori frutti, è compito in primis dell'insegnante, in sinergia con l'allievo.
Bisogna inoltre valorizzare il timbro, l'attitudine, le inclinazioni di ognuno.

Tu descrivi la tua situazione come quasi perfetta: estensione piena, acuti, note gravi, colore scuro...nessun problema vocale.
Però non credo che la tua domanda muova da semplice curiosità...
Adesso sono io che ti chiedo:  forse senti l'esigenza di provare un altro repertorio?
Forse senti il bisogno di valorizzare l'estensione della tua voce e cantare da lirico spinto ti fa sentire "limitata"?
Fatti queste domande e risponditi sinceramente.
E' probabile che la tua necessità nasca da una non perfetta aderenza del repertorio che fai adesso alla tua vera natura vocale.

Fammi sapere!

Un abbraccio 
Giulia





 
COMMENTI