Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Dal clarinetto al canto

24/06/2014
Ciao Giulia,
innanzitutto perdonami se ti do subito del tu. Da anni sono un grande appassionato di Opera e Canto Lirico, tanto che sto seriamente prendendo in considerazione la possibilità di studiare Canto Lirico. 

Il mio problema è innanzitutto "capire che voce sono", ho un timbro vocale relativamente basso che in base alle mie conoscenze musicali mi classificherebbero come basso/baritono. E qui nasce la mia seconda perplessità: a 33 anni potrei ancora imparare la tecnica del canto? Ho notato, cimentandomi da autodidatta, che la mia voce risulta un tantino "ingolata", sopratutto quando provo a salire di registro.
Sulla tecnica di base della respirazione diaframmatica, sono in ogni caso "sul pezzo" come si suol dire, visto che suono il clarinetto da ormai 23 anni.
Ovviamente devo migliorare la resistenza del diaframma perchè, a causa di impegni di lavoro, non ho potuto più suonare con costanza negli ultimi 5 anni, quindi inevitabilmente la resistenza è inizata a venire meno.

Ti ringrazio in anticipo per la risposta.

Saluti
Riccardo


Caro Riccardo,
riguardo il tuo timbro vocale: con lo studio e una giusta impostazione tecnica fugherai presto ogni dubbio. Tieni conto delle indicazioni che ti darà l'insegnante, ma anche delle tue inclinazioni vocali e musicali.
 
Sulla tecnica e la respirazione: se sei clarinettista sicuramente, come dici, hai dimestichezza con il diaframma e dintorni. Non parlerei però tanto di "resistenza" quanto di uso consapevole della respirazione, che nel canto deve avere come prima caratteristica la fluidità. E' quindi più corretto dire "elasticità" del diaframma.
Se hai letto qualche altra mia risposta forse già sai come la penso sull'età: credo che tutti possano imparare "la tecnica" (certo, iniziare da giovani è meglio...).
A mio parere, andando avanti con l'età, le principali difficoltà sono di natura mentale, non certo fisiologica... poichè, nella maggior parte dei casi, è necessario abbandonare abitudini acquisite col tempo per riuscire ad apprendere efficacemente e sfruttare al meglio le proprie potenzialità vocali.
 
Auguri!!
Giulia
 
COMMENTI