Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Consigli per sviluppare il fiato

26/06/2011
Ciao Giulia,
mi chiamo Sofia ho 28 anni e ho una grande passione per il canto lirico .Ho studiato sei anni come mezzosoprano con un' insegnante ma poi ho lasciato perdere perchè ero arrivata ad un punto che non riuscivo più ad andare avanti. Avevo problemi con gli acuti,quando sapevo che dovevo fare un acuto la gola mi si stringeva e il suono era orribile!!! la tecnica del fiato me l'ha spiegata ma non mi è stata mai molto chiara,anche perchè quando gli chiedevo qualcosa sulla tecnica del fiato si arrabbiava dicendo che non era possibile che io non l'avessi capita visto che è la cosa più semplice del mondo!.....comunque ho cambiato insegnante, la signora dove vado adesso mi ha detto che non ho il diaframma allenato e prima di fare una frase prendo poco fiato, infatti la maggior parte delle volte non riesco a finire una frase. Ho chiesto se ci sono degli esercizi mirati per sviluppare il fiato ma l'unica cosa che mi ha detto è di trattenere l'aria e espirare lentamente. Lo faccio ma la situazione è sempre uguale!!!!!MI potresti dare dei suggerimenti per sviluppare il fiato?
In questi mesi mi sono proprio demoralizzata.
Grazie mille


Cara Sofia,
non scoraggiarti!
Il percorso per raggiungere una piena forma vocale è lungo e spesso ci sono momenti difficili.
L'importante è individuare qual è la strada da seguire per risolvere i propri problemi.
Prima di tutto mi pare di capire che tu non abbia messo a fuoco esattamente le cause delle tue dfficoltà.
Parli di sviluppare il fiato ma a me pare, per quanto ho potuto capire, che non sia questo il punto.
Cioè, sicuramente il fiato è una cosa fondamentale, ma altrettanto lo è la "posizione" del suono e la corretta conformazione del palato molle dalla quale derivano la maggior parte dei problemi negli acuti e di costrizione alla gola.
Spesso il fiato basta e avanza quando la posizione della voce è corretta e non sono coinvolti muscoli sbagliati.
Poi mi sembra che tu non abbia abbastanza fiducia nella tua insegnante e che allo stesso tempo lei non ti conforti e non ti sostenga adeguatamente. E questo ti crea del disagio. Questo è un altro punto fondamentale.
Credo che tu debba capire se lo studio che stai facendo, sia pure con fatica, ti fa progredire.
Se così non è, non avere paura di cambiare.
Io ho trovato l'insegnante giusta 3 anni dopo il Diploma!
In bocca al lupo e fammi sapere.
 
COMMENTI