Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Conservare la voce nel tempo

05/08/2011
Cara Giulia, ho letto per caso i consigli che saggiamente dai a chi si avvicina al bel canto. anche io ti chiedo per favore se puoi dirmi in quale modo una voce educata in conservatorio per molti anni, con diploma superiore di canto, soprano leggero negli anni 80, puo' consevare la sua brillantezza e la sua forza. Frequento assiduamente cori polifonici, ma ho qualche anno in piu... ti ringrazio . Una appassionata del bel canto.


Carissima,
comprendo la nota di nostalgia nelle tue parole e, credimi, la faccio mia.
Chi ha conosciuto il "piacere" del cantare, un benessere fisico e psichico, totalizzante, lo porta sempre nel cuore, anche se non ha calcato le scene o sono trascorsi un po' di anni.
La voce, se rispettata e curata, è uno strumento instancabile  che dura nel tempo molto a lungo, fino a tarda età.
In questo senso ci sono esempi eclatanti nella storia del canto, solo per citarne due: Magda Olivero e Giacomo Lauri Volpi.
Cantare in un coro è un'esperienza altamente formativa per certi versi, ma può avere ricadute negative sulla voce, perchè spesso la tecnica viene trascurata o affrontata in maniera superficiale.
Ma se hai studiato tanto nel passato, e hai desiderio di ritrovare la tua piena forma vocale, non aver timore o disagio nel riprendere a studiare, a fare qualche lezione con un'insegnante.
E' la strada più breve e più efficace.
Un abbraccio
 
COMMENTI