Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

[Aggiornato] Come debuttare

22/07/2014
Carissima Giulia,
mi rivolgo a te perchè le tue risposte sono sempre chiare e sincere.
Il mio fidanzato è un tenore e vorrebbe debuttare. Ha battuto già parecchie strade: concorsi internazionali, ricerca di agenti lirici con richiesta di audizioni che non vengono mai considerate ecc...
Visto che ha 32 anni ed ha dedicato allo studio parecchio tempo con costanza e sacrifici e non riesce nemmeno a trovare una alternativa lavorativa, coltiva la sua passione con la disciplina di un atleta, sempre pronto come se domani dovesse debuttare al MET o alla Scala...
Ti invio un link youtube ad una sua registrazione recente (di alcune settimane fa), le altre caricate sul web risalgono ad anni addietro: cosa ne pensi?
Soprattutto: come può farsi strada? E' troppo tardi?
Se non ti dispiace mi piacerebbe una risposta schietta senza peli sulla lingua, abbiamo già sentito altre campane vorremmo solo una conferma.

Grazie mille
Chiara


Carissima Chiara,
grazie per aver chiesto il mio parere.
Sarò sincera, ovviamente!
 
Premesso che inseguire il proprio sogno è per ognuno di noi doveroso, e che se si presentano delle difficoltà bisogna cercare il modo per superarle, non per questo però si deve perdere l'obiettività e la lucidità. Quindi è giusto, come state facendo voi, sentire più campane e farsi un'idea il più possibile ampia della situazione.
 
Veniamo ad Alberto: secondo me ha una bellissima voce, ma non è a posto tecnicamente (se vi interessa posso poi spiegare quali sono secondo me i difetti principali dell'impostazione che si intuiscono da questi video). Se non sistema quest'aspetto è difficile che possa essere ingaggiato. Quindi, se la passione lo sostiene, dovrebbe prima di tutto lavorare in questo senso.

Alternative ai concorsi e alle audizioni sono le "Opera-studio" (a pagamento ovviamente...), ma anche lì bisogna essere più pronti.
Se non altro, garantiscono il debutto.
 
Un abbraccio
Giulia



Cara Giulia,
intanto grazie per la risposta. Dimmi pure cosa noti tecnicamente di errato.

Grazie ancora,
Chiara


Ciao Chiara,
quello che si nota è un'emissione della voce un po' forzata, non completamente libera.
E' più evidente nella zona "acuta" ma ne è coinvolta tutta l'estensione.
Questo impedisce di padroneggiare completamente la voce, cioè di realizzare appieno le dinamiche espressive (piani, crescendo, note tenute, acuti liberi), cioè la parte più bella (e difficile) del canto, quella che fa la differenza.
 
Riscrivimi quando vuoi!
 
Un abbraccio
Giulia
 
COMMENTI