Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Cambio di registro

07/02/2012

Ciao Giulia, studio canto da un anno. Ho visto dei risultati ma continuo a non capire li esercizi che mi dice la mia insegnante, per esempio sul come cambiare registro, da quello di petto piu quello di testa...ho letto sui vari siti sulla tecnica dello sbadiglio ma nessuno riesce ad essere preciso sull'esercizio...mi potresti dire come fare a capire meglio questo cambio di registro?


Carissimo Alessandro,
intanto vorrei chiederti che tipo di studi fai (lirica, moderno...)
Il passaggio di registro è uno dei temi più discussi e dibattuti della tecnica vocale quindi è del tutto normale che anche tu ti trovi ad affrontarlo.
Ti dico subito che per me c'è differenza tra canto lirico e moderno, nel senso che nel primo caso non si tratta solo di petto-testa e va visto diversamente.
Nel canto "moderno" (e intendo sommariamente tutto fuorché lirica) il passaggio di registro è una questione molto spinosa perchè si sente moltissimo la differenza tra la voce di petto, che possiamo definire anche "voce piena" e la voce di testa che si può definire genericamente come voce "leggera" o "sottile".
In effetti questa definizione tiene conto dell'effettivo comportamento della massa delle corde vocali: spesse nel registro di petto, sottili nel registro di testa.
L'unico modo per non far sentire questa differenza è graduare il più possibile il passaggio dall'uno all'altro registro, cercando di "mascherarlo" usando degli accorgimenti tra cui c'è quello dello "sbadiglio" che, abbassando la laringe e alzando il palato molle crea una cavità di risonanza che dà l'impressione di una voce abbastanza piena anche quando in realtà le corde si sono già assottigliate.
In realtà nel passaggio di registro la laringe si inclina anche in avanti ma questo avviene spontaneamente, altrimenti il passaggio non si realizza.
Se il tuo problema è "fare" il passaggio ti dico che è molto facile. Prova una nota molto bassa e una molto alta e sentirai la differenza. Non c'è bisogno di sbadiglio.
Se il tuo problema è "non far sentire" il passaggio allora la questione è più complessa e avrei bisogno di sapere, come ti ho detto all'inizio, se canti lirica o moderno.

Un caro saluto
Giulia

CONTINUA A LEGGERE LE RISPOSTE DI GIULIA
 
COMMENTI