Speciale L'insegnante di canto Speciale L'insegnante di canto
La responsabilità di un rapporto importante e delicato.
Intervista a Fiorenza Cossotto Intervista a Fiorenza Cossotto
Il solo nome di Fiorenza Cossotto evoca il repertorio lirico più importante
Intervista a Francesco Anile Intervista a Francesco Anile
Francesco Anile: la straordinaria storia del tenore che ha conquistato la Scala.
Tecnica vocale
Giulia risponde, chiedi anche tu un consiglio
Scrivi a Giulia Segui Giulia su Facebook

Acuti da tenore

30/01/2012
Ciao Giulia, sono un ragazzo di 20 anni che da 2 è entrato in conservatorio, ho un registro tenorile.
Premetto che non ho facilità nell'acuto, gli insegnanti che mi hanno ascoltato dicono che ho difficoltà perchè ho una voce molto grande. Quando mi trovo a dover fare un sol o note più acute la mia voce diventa simile ad un ululato, sembra che si stimbri e il suono se ne va tutto dietro, la difficoltà maggiore la trovo su pezzi che contengono battute tutte incentrate sul mi-fa-sol perchè sento la gola bruciare e tirare e mi affatico molto. Mi trovo a mio agio in brani da baritono, ma a detta di tutti non è quello il mio timbro.
Arrivo anche al si naturale, ma non facilmente.
Vorrei sapere come mi devo comportare negli acuti, poichè i soliti consigli (sbadiglio ecc..) non mi sono stati molto d'aiuto.
Ti ringrazio in anticipo, complimenti per il sito.


Carissimo,
credo che la difficoltà di cantare gli acuti  la debba mettere in conto come tutti quelli che cominciano a studiare canto.
Gli acuti rappresentano la parte inesplorata, sconosciuta, "l'ignoto" quindi oltre la difficoltà e le incertezze dovute alla novità dell'utilizzo della voce in queste note, c'è da aggiungere la componente emotiva che spesso rallenta od ostacola la loro riuscita.
Io non ci penserei troppo su...anzi cercherei di occuparmene il meno possibile.
Sono appena due anni che studi, hai 20 anni.
Col tempo poi si vedrà sei sei tenore o baritono. Se continuerai a sentirti a disagio nel registro tenorile puoi sempre rimettere in discussione la classificazione della voce.
E' una cosa che accade molto frequentemente, proprio tra queste due voci maschili.
Mi concentrerei sulla ricerca del suono nella zona centrale della voce, e, se lo studio è ben condotto, gli acuti non tarderanno ad arrivare.
Riguardo alla voce "grande",  di per sè è una buona caratteristica, quindi conservala senza però approfittarne...
Studia con serenità e pazienza...
 
Un caro saluto
Giulia
 
COMMENTI