Diventa Socio di Cantare l'Opera® Diventa Socio di Cantare l'Opera®
Campagna associativa 2017
Diventa Socio di Cantare l'Opera® Diventa Socio di Cantare l'Opera®
Campagna associativa 2017
News    |    anno 2013

Richard Wagner torna in Romagna

venerdì 28
giu 2013
La Corale Rossini di Modena

Domenica 21 luglio a Rocca San Casciano
Il Premio Carlo Alberto Cappelli assegnato alla memoria di Richard Wagner e Giuseppe Verdi - Un premio anche all'Associazione Mariani di Ravenna - Riconfermata la Corale Rossini di Modena e una terna di illustri solisti.


Era il 1871 quando il direttore d'orchestra Angelo Mariani di Ravenna, uno dei piu' affermati musicisti italiani in Europa, diresse per la prima volta in Italia un titolo di Richard Wagner. Si trattava del "Lohengrin" che andò in scena al Comunale di Bologna, presenti in sala sia Giuseppe Verdi sia Arrigo Boito assieme alle maggiori personalità della nostra cultura dell'epoca.
Da allora Wagner ebbe, a Bologna, e soprattutto in Romagna, un seguito di convinti appassionati che pretesero l'esecuzione di tutte le opere del compositore di Lipsia il quale, proprio in Romagna, ebbe anche interpreti di assoluto valore come Dora De Giovanni di Cesena, Angelo Masini di Forlì, Antonio Melandri di Faenza, Irene Minghini Cattaneo di Lugo, Ettore Parmeggiani di Rimini acclamato specialista dei ruoli wagneriani che chiuse la carriera nel 1948 cantando "La Walkiria" a Catania.
E ancora il grande basso Ezio Pinza di Ravenna, Luigi Rossi Morelli di Sarsina, Ebe Stignani (nata a Napoli da genitoti di Bagnacavallo), Pia Tassinari di Modigliana.
Una bellissima realtà che fu possibile vivere perchè allora Wagner lo si cantava in italiano, come lui stesso aveva chiesto e non solo permesso. Un'epoca felice che consentì al grande pubblico in tutta Italia e nei teatri romagnoli in particolare di avere confidenza con il teatro wagneriano. Con gli Anni Sessanta prese il sopravvento il tempo dei "cretini fosforescenti", si impose l'esecuzione in lingua originale, e la musica di Wagner uscì dalla cultura italiana.
Dodo Frattagli, Presidente del Premio Internazionale Carlo Alberto Cappelli riporta Wagner nel cuore della Romagna assegnando alla memoria del mitico compositore tedesco il Premio Cappelli 2013.
La cerimonia avrà luogo nella storica piazza Garibaldi di Rocca San Casciano alle ore 21 di domenica 21 luglio. In quella occasione sarà assegnato lo stesso premio anche a Giuseppe Verdi che quest'anno, assieme a Wagner, vede celebrato il proprio bicentenario della nascita.
E un giusto premio andrà anche all'Associazione Mariani di Ravenna che, perpetuando la memoria del primo direttore d'orchestra wagneriano d'Italia, svolge oggi un importante nazione a sostegno della cultura musicale.
Il Premio Cappelli per Wagner sarà consegnato al Console di Germania in Italia, mentre quello per Verdi lo riceverà il Sindaco di Busseto.
L'evento che orami tradizionalmente si svolge a Rocca San Casciano sarà come sempre condotto dal musicologo Daniele Rubboli e avrà come protagonisti artisti di affermato talento quali il soprano di Firenze Maria Simona Cianchi, il tenore di Viareggio Simone Mugnaini, il baritono Carlo Maria Cappelli di Como. Con loro, cui è stato affidato un ricco repertorio di romanze dalle opere di Wagner e Verdi, torna a grande richiesta, dopo il successo dello scorso anno, la mitica Corale Rossini di Modena diretta da Luca Saltini. Una realtà musicale ultracentenaria che fu "culla" di Luciano Pavarotti che per anni, da ragazzo, vi cantò assieme al padre Ferdinando. Al pianoforte si alterneranno Luca Saltini e Lucio Carpani.
Il premio Cappelli sta dunque per scrivere un'altra pagina gloriosa per la storia moderna della passione musicale romagnola e l'appuntamento del 21 luglio è uno di quelli ai quali non si può assolutamente mancare.

N:P:C
 
LASCIA UN COMMENTO