Diventa Socio di Cantare l'Opera® Diventa Socio di Cantare l'Opera®
Campagna associativa 2017
News    |    anno 2013

Presentazione del Festival "Théodore Gouvy tra Francia e Germania"

giovedì 11
apr 2013
Invito

Martedì 16 aprile 2013, ore 18 – Palazzetto Bru Zane

Il terzo festival della stagione del Palazzetto Bru Zane di Venezia è un appuntamento monografico con la produzione di un autore che visse tra Francia e Germania ed esplorò tutte le forme dell’arte romantica.
Il festival, che si terrà a Venezia dal 20 aprile al 31 maggio 2013, allude fin dal titolo alla doppia matrice culturale del compositore Gouvy, storicamente prussiano e naturalizzato francese nel 1851.

Nato nel 1819 nell’attuale Saarland, Gouvy compì gli studi giuridici a Parigi ma non avendo superato gli esami nel 1839 decise di dedicarsi alla carriera musicale. Seguì privatamente le lezioni di Zimmerman (pianoforte), Eckert (violino) ed Elwart (armonia), quindi completò la propria formazione in Germania e in Italia.
Sebbene la sua produzione sia ampiamente dominata dalla musica da camera, in parte inedita sino a poco tempo fa, si annoverano anche composizioni orchestrali (di cui nove sinfonie) e sacre (Requiem, Stabat Mater, Messe brève) così come opere drammatiche, tra cui sei cantate e due opere liriche.
In pieno anno wagneriano, riportare in auge Gouvy significa ricordare che alla fine dell’Ottocento il wagnerismo non fu l’unico stile “tedesco” a pervadere l’Europa. Mentre quest’ultimo imperava, ma con difficoltà si faceva strada in Francia, Théodore Gouvy proponeva infatti un “germanesimo” moderato componendo pagine in cui permane l’estetica di Mendelssohn e Schumann, soffusa di qualche effluvio brahmsiano.
In questa terza via, sulla scia del fantasma wagneriano, rientra il concerto del 19 maggio presso la Scuola Grande di San Rocco con l’Orchestre national de Lorraine diretta da Jacques Mercier nella Sinfonia n. 1 di Gouvy.
L’opera di Gouvy sarà esplorata attraverso il repertorio sacro col ritorno del Vlaams Radio Koor diretto da Hervé Niquet (11 maggio a Venezia presso la Scuola Grande San Giovanni Evangelista e il 12 maggio all’Auditorium Parco della musica di Roma) e le varie tipologie di organico: dai Trii con pianoforte ai Quartetti e Quintetti (è il caso del concerto di apertura il 20 aprile col Quatuor Psophos), dalla musica per strumenti a fiato alle pagine composte attorno al pianoforte (per esempio nel concerto del 21 aprile presso il Conservatorio Benedetto Marcello con Jean-François Heisser e Marie-Josèphe Jude).

Tra gli italiani compaiono il Quartetto di Venezia (Palazzetto Bru Zane, 27 aprile), i musicisti dell’Ensemble Musagète (Conservatorio Benedetto Marcello, 7 maggio), entrambi radicati sul territorio veneto, e il Trio Voces Intimae (il 17 maggio a Palazzetto Bru Zane e il 30 novembre 2012 al Teatro Massimo di Pescara) che per l’occasione farà risuonare il pianoforte Érard a corde parallele del Palazzetto Bru Zane, leggendario strumento che fu la gloria della ditta parigina alla fine dell’Ottocento.
Celebri in Francia come all’estero sono il Quatuor Cambini - Paris che il 22 maggio si esibirà a Palazzetto Bru Zane in un programma monografico dedicato ai quartetti inediti di Gouvy e la pianista Claire Désert che il 25 maggio, sempre presso il Palazzetto, accompagnerà la violista Françoise Gnéri.

Per tutte le informazioni sugli eventi del Festival, sui partenariati all’estero, sulle novità editoriali e discografiche, e per consultare il calendario completo dei concerti invitiamo a visitare il sito www.bru-zane.com


Per Info
        dal lunedì al venerdì  14.30 - 17.30
        San Polo 2368 – 30125 Venezia
        Tel: +39 041 52 11 005
        Fax: + 39 041 52 42 049
        billetterie@bru-zane.com
        www.bru-zane.com

 
LASCIA UN COMMENTO