Diventa Socio di Cantare l'Opera® Diventa Socio di Cantare l'Opera®
Campagna associativa 2019
News    |    anno 2018

Il segreto di Susanna di E. Wolf-Ferrari al Regio di Torino

lunedì 07
mag 2018
Dal 16 al 27 Maggio 2018 il Teatro Regio di Torino presenta Il segreto di Susanna, intermezzo in un atto di Ermanno Wolf-Ferrari.
Il compositore Ermanno Wolf-Ferrari è figura anomala e isolata, perché musica celebri commedie goldoniane come Le donne curiose, I quatro rusteghi, Gli amanti sposi, La vedova scaltra, Il campiello. È autore prolifico di pagine strumentali e da camera e di opere “più” drammatiche come I gioielli della Madonna e Sly.
Il segreto di Susanna, su libretto di Enrico Golisciani, pensato per gli allievi del Liceo Musicale di Venezia, debutta a Monaco di Baviera il 4 dicembre 1909 all’Hoftheater (in tedesco, come Susannens Geheimnis). La prima italiana la dirige Arturo Toscanini al Teatro Costanzi di Roma il 27 settembre 1911, sempre Toscanini la propone poi al Dal Verme di Milano nel 1918. Nel 1920 l’opera debutta al Teatro Regio di Torino, con la diciassettenne Toti Dal Monte come protagonista (sul podio c’è Héctor Panizza). La brillantissima ouverture è stata spesso eseguita in programmi concertistici, e incisa da direttori come Victor de Sabata e Gianandrea Noseda. Il modello dell’opera è l’intermezzo La serva padrona di Pergolesi e la distribuzione in locandina è la stessa: un baritono (Gil, 30 anni, il marito di Susanna), un soprano (la contessa Susanna, 20 anni) e un mimo (il servo Sante, 50 anni). I riferimenti musicali vanno dall’amato Mozart a Rossini, e nella fresca leggerezza della commedia si possono cogliere ironiche citazioni, da Verdi a Debussy.

Interpreti
La contessa Susanna soprano: Anna Caterina Antonacci
Il conte Gil, suo marito baritono: Vittorio Prato
Sante, servitore muto mimo: Bruno Danjoux
Direttore d’orchestra: Diego Matheuz
Regia: Ludovic Lagarde

Orchestra del Teatro Regio

Allestimento Opéra Comique (Parigi) in coproduzione con Les Théâtres de la Ville de Luxembourg e Opéra Royal de Wallonie.

http://www.teatroregio.torino.it/

 
LASCIA UN COMMENTO