Promozioni di primavera su www.cantarelopera.com Promozioni di primavera su www.cantarelopera.com
Chiedi informazioni a info@cantarelopera.com
News    |    anno 2013

Festival Como Città della Musica - 6. Linee e volumi

giovedì 30
mag 2013
Linee e volumi è il titolo della Sesta edizione del Festival Como Città della Musica. Un Festival importante che, in occasione dei 200 anni del Sociale e della riapertura dell’Arena estiva del Teatro approda in centro città. L’intervento di recupero dell’Arena del Teatro e il restauro della facciata meridionale, voluto dalla Società dei Palchettisti del Teatro Sociale fa parte del Progetto Integrato d’Area (PIA) Ecolarius. Diffondere la Cultura dell’ambiente e del paesaggio tra lago e montagna, con capofila la Provincia di Como e restituisce così un nuovo spazio alla città. Tutti gli spettacoli in programma saranno ricalibrati proprio in funzione del nuovo spazio.

Il Festival, promosso come di consueto dal Teatro Sociale di Como-AsLiCo con la Società dei Palchettisti, il Comune di Como, in collaborazione con la Camera di Commercio, la Provincia di Como, la Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, ripropone alla città dal 28 giugno al 14 luglio un festival emozionante con eventi di grande richiamo tutti rigorosamente all’aria aperta.
L’evento d’apertura, vuole essere un omaggio alla città e al Teatro nei suoi 200 anni di attività.
Il 28 e il 29 giugno sarà di scena Carmina Burana una delle pagine sinfonico-corali più celebri e adatto ad una rappresentazione scenica collettiva. Punto di forza dello spettacolo saranno oltre 400 persone sul palcoscenico radunate appositamente per l’evento.

Dopo questa straordinaria performance, il 2 luglio entrerà nel vivo il calendario del Festival. Per la prima serata spazio alla danza con il corpo di ballo Maggio Danza che presenta tre coreografie firmate da Francesco Ventriglia, George Balanchine, William Forsythe. Nell’anno del bicentenario Verdiano, il 5 e il 7 luglio sarà protagonista Il Trovatore dramma tra i più popolari e denso di passioni e contrasti. La direzione dell’Orchestra 1813 è affidata a Francesco Cilluffo, mentre la regia è firmata da Matteo Mazzoni. Sabato 6 luglio, la compagnia Sonics ci terrà tutti con il naso all’insù grazie ad acrobazie aeree mozzafiato e macchine sceniche imponenti. Meraviglia, questo il titolo dello spettacolo, è una favola moderna a cui ha dato vita la creatività di Alessandro Pietrolini, fondatore insieme ad Ileana Prudente dei Sonics, una compagnia di acrobati tutta italiana protagonista di grandi eventi mediatici in Italia e all’estero. Il Fantasma tour dei Baustelle, farà tappa a Como l’11 luglio. A pochi mesi dall’uscita dell’ultimo album, il gruppo pop rock italiano, nato nel 1996 a Montepulciano, sta mietendo successi su e giù per la penisola e regaleranno al Festival una serata di grande musica. Torna in programma una delle compagnie più amate dal pubblico. Il 13 luglio l’Arena ospiterà la David Parsons Dance Company con la prima data del tour italiano nel nuovissimo show. Chiude la rassegna un concerto sinfonico legato al grande cinema. Il 14 luglio, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta presenta Omaggio a Morricone. Una rassegna dalle più celebri colonne sonore, selezionata tra le oltre 400 musiche da film che il maestro italiano ha composto.
Musiche che diventano immagini. Radicate nella memoria collettiva, le scene di alcuni film sono divenute celebri anche grazie alle colonne sonore di Morricone. A completare l’omaggio, sullo sfondo, il videomontaggio firmato da Diego Basso, con spezzoni di film quali Nuovo cinema paradiso o C’era una volta in America solo per citarne alcuni. La serata è promossa in collaborazione con Lake Como Film Festival.

Com’è tradizione del festival molti altri appuntamenti, tutti gratuiti e sparsi per la città, faranno da corollario alle serate in Arena. Non verrà trascurata Villa Olmo, sede storica del Festival dove saranno organizzati alcuni degli eventi in programma nel calendario itinerante di Intorno al Festival. Tre gli appuntamenti alla dimora storica, non soltanto nel parco retrostante come gli scorsi anni, ma anche nel meraviglioso giardino all’italiana affacciato sul lago. Tra i tre appuntamenti spicca Spring Spring, opera che rispecchia le tradizioni e l’estro coreano, produzione di Grand Opera Company, Edutainment Business Music Cookie con il sostegno del Ministero delle Arti e la Fondazione Culturale di Busan della Corea.
Inoltre, ogni anno il Festival va alla scoperta di luoghi di interesse storico culturale per il pubblico proponendo concerti gratuiti in spazi insoliti. E se tornano luoghi incantati quali la splendida Villa del Grumello all’alba, la Torre Baradello al tramonto, luoghi inediti si affacciano nel carnet delle proposte come il Tempio Voltiano (meraviglioso scenario del concerto dei Tre allegri ragazzi morti proposto in collaborazione con Auto Rock Produzioni) e il giardino di Villa Ala Ponzone aperto dalla Famiglia Ripamonti solo per il Festival.

Prosegue poi la collaborazione con la mostra La città nuova oltre Sant’Elia organizzata dal Comune. L’Aero Club Como, nell’anno del centenario ospiterà un’istallazione audiovisiva, progettata dal Conservatorio G. Verdi di Como, e nata da un’ispirazione legata alle opere e al periodo della mostra. Suggestioni che vanno dalle macchine futuriste alle sculture di Boccioni legano la grande esposizione al Festival creando un percorso alla scoperta di luoghi e arte.
Da segnalare, inoltre, le molte collaborazioni attivate dal Festival con le associazioni e le realtà culturali e sportive della città.

Tutte le informazioni su www.comofestival.org
 
LASCIA UN COMMENTO