Promozioni di primavera su www.cantarelopera.com Promozioni di primavera su www.cantarelopera.com
Chiedi informazioni a info@cantarelopera.com
News    |    anno 2014

Debutto a New York dell'Opera Lirica "Anita!"

martedì 04
mar 2014
Debutterà venerdì 7 marzo a New York l'opera lirica “Anita!”, sull'eroina del Risolgimento, progetto cosmopolita degli italiali Luigi Porto e Andrea Amoroso e dei compositori brasiliani João MacDowell e Thiago Tiberio.

Mancano pochi giorni alla world première di “Anita!”, progetto della compagnia d’opera iBOC – International Brazilian Opera Company che vede coinvolti due italiani - il compositore e sound designer Luigi Porto e il librettista Andrea Amoroso - insieme ai due compositori brasiliani João MacDowell e Thiago Tiberio.
L’opera ha come protagonista uno dei personaggi più leggendari del Risorgimento italiano, Anita Garibaldi, e debutterà a New York venerdì 7 marzo alla Baruch’s Engelmann Recital Hall di Manhattan. Un progetto ambizioso quello dei fondatori della iBOC, che vede coinvolti i linguaggi della lirica tradizionale e quelli della musica contemporanea uniti nella creazione di qualcosa di unico.

Se il nome può indicare un rapporto con il paese d'origine e la nazionalità dei due fondatori, iBoc si definisce soprattutto per un modus operandi che abbraccia tutte le influenze e mira a raggiungere il più vasto pubblico possibile.
"Il nostro è un approccio inclusivo. Si tratta di abbracciare la differenza mescolando culture lontane per produrre qualcosa di nuovo. Nella musica questo si traduce in uno stile sofisticato che parla al cuore attraverso ritmi che possono coinvolgere sia la mente che il corpo ", afferma il compositore e co-fondatore João MacDowell.
Insieme a loro, un gruppo eterogeneo di artisti: Abby Powell, texana di origini Cherokee, sarà Anita, e le due soprano: la brasiliana Julie Diniz e Alexandra Filipe, portoghese, vocal director della compagnia e co-fondatrice.
Anita! afferma Porto – cercherà di coniugare, anche visivamente, le possibilità del teatro musicale, del cinema e della poesia, senza giungere a compromessi, ma piuttosto creando dei punti di contatto tra linguaggi che saranno espressi al pieno delle loro potenzialità”.

Nell’evento inaugurale della compagnia, iBoc presenterà una serie di concerti tratti da scene che fanno parte di quattro opere dei tre compositori:
"O Sonho de Ianadi", un'aria da "Watunna - A criação do mundo segundo os índios do Orinoco", opera in portoghese di Thiago Tiberio;
"Provvisorietá (Provisoriedade)" un'aria dall'opera in italiano e portoghese "Anita!" di Luigi Porto, libretto di Andrea Amoroso;
"I Don't Want to Die", un trio da “Cries and Whispers", opera in portoghese e in inglese di Joao MacDowell;
12 scene da " Tamanduá – A Brazilian Opera" (in portoghese e inglese) di João MacDowell.


Tra i sostenitori del progetto, ci sono anche il premio Pulitzer David Del Tredici e l'ex leader dei Talking Heads David Byrne, da sempre attento a supportare i migliori progetti artistici della Grande Mela.

iBoc mira a costituirsi come voce nuova e originale all’interno della scena musicale classica indipendente. E sembra proprio che questo eclettico gruppo di compositori, cantanti e artisti farà molto parlare di sé, negli Stati Uniti come in Italia.
 
 
LASCIA UN COMMENTO